SuperAbile






In Tempo libero

Notizie


"Pur di fare musica", Paolo Belli a teatro per la Casa dei risvegli

Una sitcom musicale in cui Belli e 7 musicisti della sua Big Band raccontano cosa si è disposti a fare “pur di suonare”. Il ricavato va all'associazione Gli amici di Luca. Belli: “La musica è cura”. Il 25 ottobre la prima tappa della tournée al Teatro Laura Betti di Casalecchio di Reno

22 ottobre 2018

CASALECCHIO DI RENO (Bologna) – Una sitcom musicale con Paolo Belli e 7 musicisti della sua Big Band. È “Pur di fare musica”, lo spettacolo scritto dallo stesso Belli e da Alberto Di Risio che andrà in scena il 25 ottobre al Teatro Laura Betti di Casalecchio di Reno (Bologna) e il cui ricavato sarà devoluto all'Associazione Gli amici di Luca per la Casa dei risvegli Luca De Nigris.
 
“Racconteremo cosa significa fare musica e cosa deve inventarsi un musicista per poter suonare – ha detto Paolo Belli in occasione della presentazione dello spettacolo – È una commedia divertente ma alla fine parleremo del perché siamo lì, del perché siamo a fianco della Casa dei risvegli, perché la musica è cura, è una terapia straordinaria che porta le persone a vivere in maniera serena. Mi auguro di vedervi tutti, ma se proprio non volete venire per lo spettacolo, venite per la Casa dei risvegli a cui andrà il ricavato della serata”.
 
“Nel 1999 la Nazionale italiana cantanti è stata vicina all'associazione sostenendo la nascita della Casa con una partita di calcio realizzata a Monghidoro insieme a Gianni Morandi – ha raccontato Fulvio De Nigris, direttore del Centro studi per la ricerca sul coma e fondatore, insieme a Maria Vaccari, dell'associazione Gli amici di Luca – Quest'anno per i 20 anni della Giornata dei risvegli avviamo un nuovo progetto, un tour legato allo spettacolo teatrale di Paolo Belli”. Paolo Belli è l'attuale presidente della Nazionale cantanti e, in occasione della presentazione dello spettacolo, ha proposto di portare una partita della Nazionale a Bologna, “da cui manchiamo da troppo tempo”, per contribuire al progetto.
 
“Da ragazzino ero molto esuberante mentre in Nazionale cantanti maestri come Gianni Morandi, Mogol, Andrea Mingardi mi hanno insegnato che le cose si possono fare da pompiere e non da incendiario ovvero si può prendere la strada della serietà – ha aggiunto Belli – Io rimango sempre un giullare e un saltimbanco ma mi auguro di aver imparato la lezione, mi piace essere pompiere, essere una persona che predica bene e razzola meglio”. In scena insieme a Paolo Belli ci saranno Gabriele Costantini (sassofono), Mauro Parma (batteria), Enzo Proietti (piano), Gaetano Puzzutiello (contrabbasso), Peppe Stefanelli (percussioni), Paolo Varoli (chitarra), Juan Alberto Zamora (violino). “Il nostro evento vuole portare un piccolo mattoncino per una grande causa”, ha concluso Belli.
 
“Ci sono state tante iniziative per la Giornata dei risvegli e c'è stata una risposta molto forte sia del pubblico sia degli artisti – ha detto Matteo Lepore, assessore alla Cultura di Bologna – È bello che un artista come Paolo Belli abbiamo deciso di mettersi in gioco per questo progetto”. (lp)

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati