SuperAbile







Riccardo realizza il suo desiderio: assistere a una partita di basket negli Usa

Cestista di 17 anni in sedia a rotelle, con distrofia di Duchenne, Riccardo ha scritto una lettera alla Fondazione Make a Wish ed è riuscito a realizzare un grande desiderio: ha assistito ad un match dei Golden State Warriors e ha visto da vicino il suo idolo Stephen Curry

18 maggio 2018

ROMA - Con Make a Wish è riuscito a realizzare il suo grande desiderio, vivere le emozioni del basket NBA e vedere da vicino il suo idolo Stephen Curry. è quanto accaduto a Riccardo, un giovane di 17 anni originario di Castellanza (VA) e grande appassionato di basket, tanto da essere diventato campione d’Italia con la maglia della UnipolSai junior, squadra di cui veste i colori da 4 anni. La diagnosi della distrofia di Duchenne, che ha colpito Riccardo quando aveva 13 anni, lo ha costretto infatti a rinunciare a molte cose ma non a quella di coltivare la sua passione più grande. Ha continuato a giocare in carrozzina mantenendo viva la speranza di poter vedere un giorno in azione il suo grande idolo, Steph Curry, il cestista statunitense che gioca in NBA con i Golden State Warriors. Desiderio che si è avverato circa un mese fa quando Riccardo, accompagnato da sua mamma, ha assistito alla Oracle Arena di Aucland alla sfida tra Golden State Warriors e Phoenix Suns.
 
In valigia ha portato anche un regalo speciale: la maglia biancoblù della Briantea84 con il suo nome, un cadeau che spera di poter consegnare ai suoi idoli americani. L’esperienza che Riccardo ha vissuto non è solo quella di un ragazzo vincente, ma è anche una profonda testimonianza di come incontrare Make-A-Wish possa fare la differenza nella vita di un ragazzo che, come lui, nonostante una malattia invalidante, non ha mai smesso di sognare.
 
“All’età di 13 anni le mie gambe non hanno retto più e da allora sono in seggiola a rotelle. Ho dovuto rinunciare a molte cose vista la mia disabilità, ma non a quella di giocare a basket”, aveva scritto Riccardo nella lettera di segnalazione inviata a Make-A-Wish.
 
La realizzazione del desiderio di Riccardo non poteva essere immediata, ma, nel periodo dell’attesa, Make-A-Wish gli è stata sempre accanto. Innanzitutto facendo stampare la maglietta personalizzata che lui stesso aveva disegnato, e poi, organizzando una giornata speciale con la complicità dei giocatori del Varese Baket. “È stata un’esperienza magnifica che rimarrà per sempre nei miei pensieri - ha raccontato Riccardo - non solo per le emozioni che ho provato nei giorni della realizzazione del mio desiderio, ma anche per tutta l’attesa”. Dal primo incontro con i volontari, durante il periodo dell’attesa, nel giorno speciale della consegna del programma del suo viaggio, per esplodere quando Riccardo è salito su un aereo e si è ritrovato sugli spalti di uno degli stadi più famosi al mondo. Un’esperienza che gli resterà a lungo nel cuore.

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati