SuperAbile






In Tempo libero

Notizie


Il manganello di Pulcinella

La Uefa Foundation for Children ha deciso di premiare il documentario su calcio e disagio mentale L’iniziativa, chiamata “Crazy for Football at School”, è curata dall’organizzazione no profit Ecos

14 febbraio 2018

ROMA - Crazy for Football torna nelle sale cinematografiche per gli studenti delle scuole. Il film di Volfango De Biasi, dopo essersi aggiudicato numerosi premi e riconoscimenti, tra cui il David di Donatello come miglior documentario e la menzione speciale ai Nastri d’Argento, verrà proiettato al Cinema Adriano di Roma martedì 13 febbraio, per poi essere riproposto in diverse città italiane nei prossimi due mesi. L’iniziativa, chiamata “Crazy for Football at School”, è curata dall’organizzazione no profit Ecos (European Culture and Sport Organization) ed è realizzata grazie al finanziamento erogato dalla UEFA Foundation for Children, con il patrocinio della Figc e il sostegno della società di comunicazione Hdrà.
 
Il documentario, prodotto da Skydancers con Rai Cinema, nasce con l’intenzione di combattere i pregiudizi che circondano chi soffre di disagio mentale e ripercorre le vicende della Nazionale italiana di Calcio a 5 per pazienti psichiatrici, protagonista della prima edizione dei Mondiali, disputata in Giappone. Un gruppo di ragazzi con storie diverse e difficili alle spalle, seguiti da uno psichiatra coraggioso, Santo Rullo, da un allenatore duro ma sempre pronto alla battuta, Enrico Zanchini, e da un ex campione del mondo di pugilato, Vincenzo Cantatore, a fare da preparatore atletico.
 
In concomitanza con le proiezioni, sui social sarà attivato un piano editoriale dedicato con un “viral content” che inviterà gli studenti a postare contenuti, per poi dare vita a un contest che premierà la classe “più pazza per il calcio”, che a giugno andrà a Coverciano a incontrare la nazionale. Dopo la proiezione romana il film sarà proposto alle scuole di Napoli, Venosa, Bari, Saronno, Milano, Torino, Sulmona e Foggia coinvolgendo circa 5.000 studenti.

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati