SuperAbile






In Sportelli e Associazioni

Notizie


Terzo settore, Comune di Lecco: due bandi da 300mila euro per la ripartenza

Nuovo provvedimento destinato alle organizzazioni di volontariato, alle associazioni senza scopo di lucro e quelle di promozione sociale, alle onlus e agli enti morali ed ecclesiastici come le parrocchie e gli oratori. Coinvolti anche i gruppi di volontariato della protezione civile

10 giugno 2021

MILANO - Il Comune di Lecco batte un colpo in favore delle realtà del terzo settore, con un nuovo provvedimento da 300mila euro destinato alle organizzazioni di volontariato, alle associazioni senza scopo di lucro e quelle di promozione sociale, alle onlus e agli enti morali ed ecclesiastici come le parrocchie e gli oratori. Coinvolti anche i gruppi di volontariato della protezione civile, regolarmente costituiti prima del 2020.

Le risorse saranno erogate attraverso due blocchi di finanziamento, che hanno come obiettivo quelli di risarcire le spese sostenute durante le fasi più acute dell'emergenza e contribuire alla ripartenza delle attività sociali statutarie.

Una parte dei fondi stanziati dal Comune da 120mila euro andrà a coprire fino al 75% degli importi spesi dal 1 marzo 2020 al 31 maggio 2021, per un massimo di 1.500 euro. Altri 180mila saranno invece destinati per l'acquisto di materiale specifico o per tutti quei piccoli progetti o singole attività programmate per la ripartenza. La copertura, sempre del 75%, sarà garantita per le spese effettuate a partire dal 1 giugno di quest'anno e fino alla fine del mese, con contributi a fondo perduto per un massimo di 2.500 euro.

È possibile presentare domanda per una sola linea di finanziamento, dalle 12 del 14 giugno e fino alle 12 del 9 luglio. "Il mondo della cultura, del volontariato e dell'associazionismo- commenta soddisfatto il sindaco di Lecco Mauro Gattinoni- rappresenta un valore fondamentale per la nostra città, da preservare e sostenere nella ripresa".

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati