SuperAbile






In Sportelli e Associazioni

Notizie


Disabilità, a Riccione i sordi mandano Sos ai vigili con gli emoticon

Le persone non udenti possono chiedere aiuto o segnalare problemi "dialogando" per telefono, attraverso un servizio Telegram che invia anche la geolocalizzazione

4 dicembre 2020

ROMA - A Riccione, Misano e Coriano, nel riminese, ora anche le persone sorde possono chiedere aiuto o segnalare problemi ai vigili "dialogando" per telefono. Come? Con un emoticon via Telegram che invia anche geolocalizzazione e dà la possibilità di aggiungere altre informazioni. Il nuovo servizio (che ha vinto il bando della Regione da 20.000 euro) parte oggi, proprio in occasione della Giornata internazionale delle persone con Disabilità. Intanto gli agenti avranno a breve mascherine con una parte trasparente per permettere la lettura del labiale e alcuni stanno imparando il linguaggio dei segni. Il progetto "Ascoltare chi non può sentire", spiega il Comune, si affianca al canale pubblico per tutte le segnalazioni sulla mobilità dei disabili, attivo già da un anno. Per attivare il nuovo servizio per le persone sorde è necessario registrarsi e ricevere il contatto riservato. In ogni caso, sui social dei vigili da domani sarà pubblicato un video esplicativo.

Il canale Telegram consente dunque alla persona sorda di richiedere l'intervento della Polizia locale tramite un messaggio che viene ricevuto e preso in carico dalla centrale operativa. Oltre al messaggio, l'app invia appunto la localizzazione e consente di aggiungere informazioni aggiuntive (per esempio il nome di un familiare o altri dati utili). Ricevuto l'sos, il personale della Centrale operativa tramite chat personale contatterà immediatamente il cittadino sordo.

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati