SuperAbile






In Sportelli e Associazioni

Notizie


La via degli Dei, non vedenti e ipovedenti sullo storico itinerario trekking

Circa 130 chilometri da Bologna a Firenze attraverso gli Appennini. Un gruppo di 9 persone tra ciechi e ipovedenti e relativi accompagnatori partirà lunedì 10 settembre da Piazza Maggiore a Bologna. L’iniziativa promossa dall’Uici della città con il contributo della Sportfund, Fondazione Per Lo Sport

10 settembre 2018

ROMA - Lo storico itinerario trekking Bologna Firenze, di 130 chilometri percorso da non vedenti. L’Unione italiana dei ciechi e degli ipovedenti, sezione territoriale di Bologna, in collaborazione e con il contributo della Sportfund, Fondazione Per Lo Sport, da lunedì 10 a sabato 15 settembre 2018 si cimenterà nell’ormai leggendaria “Via Degli Dei”. Ideato alla fine degli anni Ottanta da un gruppo di escursionisti bolognesi e diventato una delle principali attrattive turistiche dell’Appennino, il percorso è una sfida che attira numerosi amanti del trekking e della mountain bike.Questa volta gli appassionati sono un gruppo composto da 9 persone tra ciechi e ipovedenti e relativi accompagnatori che lunedì mattina partirà dalla piazza Maggiore del capoluogo emiliano alla volta del capoluogo toscano.
 
La traversata da Bologna a Firenze, circa 130 chilometri, che ripercorre un’antica viabilità utilizzata fin da epoche romane per unire la città di Felsina (Bologna) con Fiesole – Firenze caratteristica per i selciati di origine romana che si trovano in diversi tratti del percorso, partirà lunedì mattina da Piazza Maggiore in direzione della prima tappa, a Badolo (25 chilometri di percorrenza). Il percorso di martedì 11 settembre in direzione Madonna dei Fornelli farà tappa, dopo 22 chilometri, presso l’Albergo Ristorante Poli e proseguirà, mercoledì 12, verso il passo della Futa dove, dopo 20 chilometri, è previsto l’arrivo e il pernottamento. Giovedì 13 settembre, la quarta tappa tocca San Piero a Sieve e prosegue venerdì 14 in direzione Bivigliano per ripartire sabato mattina verso Firenze il cui arrivo è previsto entro le ore 15:00 in Piazza della Signoria.
 
Un percorso di media difficoltà e ricco di attrazioni naturali: sentieri, strade bianche e qualche breve tratto su asfalto. “È un trekking caratterizzato dalla diversità dei territori attraversati con ambienti mutevoli e con pregevoli biodiversità ambientali - spiegano gli organizzatori -: i grandi boschi, le torri in pietra di Monte Adone, i selciati romani visibili in più punti. Non mancano bellissime peculiarità ambientali che vanno dal Contrafforte Pliocenico a grandi faggete nella parte più alta del cammino, fino alle dolci colline della piana del Mugello. Ricchi di storia anche i paesi attraversati”.

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati