SuperAbile






In Sportelli e Associazioni

Notizie


“Vivomeglio”, in Piemonte e Valle d'Aosta 1,3 milioni per progetti sulla disabilità

Il bando è stato pubblicato dalla fondazione Crt per finanziare progetti di welfare (fino a 25 mila euro ciascuno) capaci di migliorare la qualità della vita delle persone con disabilità. Possono partecipare enti e associazioni non profit: domande fino al 29 giugno

16 aprile 2018

TORINO – Migliorare la qualità della vita dell epersone con disabilità in Piemonte e Valle d'Aosta: è l'obiettivo che si pone la fondazione Crt, con il bando “Vivomeglio”, che destina a questo scopo oltre 1,3 milioni di euro. Potranno presentare domanda enti e associazioni non profit, fino al 29 giugno, attraverso il sito della fondazione. Ogni singolo progetto può ricevere contributi fino a 25.000 euro.
 
Il bando. Il bando sostiene proposte di soluzioni nuove, efficaci e sostenibili per favorire l’integrazione sociale, lo sviluppo delle autonomie e delle abilità personali, la valorizzazione delle capacità delle persone con disabilità in tutti gli ambiti della vita quotidiana: dai programmi di avvicinamento all’autonomia abitativa e di preparazione alla vita indipendente orientati al “dopo di noi”, alle attività ludico-ricreative; dagli interventi di integrazione scolastica alle azioni di supporto e ascolto della persona disabile e della sua famiglia; dai percorsi di inserimento lavorativo alla formazione per i caregiver, ossia famiglie, operatori, volontari, figure educative che, a vario titolo, si relazionano con le persone disabili.
 
“Il progetto Vivomeglio rientra a pieno titolo tra gli strumenti del welfare responsabile, che connotano l’attività della Fondazione Crt – afferma il presidente della fondazione Giovanni Quaglia –. In questi anni Fondazione Crt ha saputo analizzare il tessuto sociale del territorio e delle comunità di riferimento, con una particolare attenzione alle situazioni più difficili e a chi fa più fatica. Da tale disponibilità all’ascolto delle diverse istanze, ha dato vita a modalità efficaci per rispondere in maniera sempre più adeguata all’emergere di nuovi bisogni e per contribuire a contrastare le tante fragilità di cui soffre la società contemporanea”.
 
“Sosteniamo associazioni e progetti che promuovono l’autonomia, il benessere e la partecipazione attiva alla vita sociale e culturale delle persone con disabilità – dichiara il segretario generale della Fondazione Crt e Presidente dell’European Foundation Centre Massimo Lapucci –. Garantire il diritto alla piena integrazione significa anche saper abbattere le barriere relazionali che, non meno di quelle architettoniche, ostacolano l’accesso ai luoghi e la fruizione degli eventi for all: un impegno che deve essere ancora più significativo nell’anno europeo del patrimonio culturale”.
 
I numeri di “Vivomeglio”. Superano i 21 milioni di euro le risorse che la Fondazione Crt ha destinato al bando “Vivomeglio” dal 2005 a oggi, per un totale di quasi 2.000 interventi finanziati. Nell’ultimo anno, in particolare, sono stati sostenuti circa 140 progetti in grado di aiutare oltre 77 mila persone con disabilità: dall’avvio di tirocini e borse lavoro, all’integrazione scolastica ed extrascolastica degli allievi disabili; dall’organizzazione di tornei, attività sportive, laboratori teatrali, di cucina, lettura e perfino yoga, ai programmi di pet therapy e musicoterapia; dalle visite ai musei e dalle serate al cinema, ai soggiorni in montagna e al mare; dalla creazione di spazi di ascolto e sostegno psicologico, all’accompagnamento domiciliare e alla preparazione alla vita indipendente.

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati