SuperAbile






In Sportelli e Associazioni

Notizie


Elezioni, appello di Anffas: "No alla violazione dei diritti, no alla discriminazione"

L'associazione esprime “preoccupazione e allarme per il crescente clima di intolleranza”. E chiede alle forze politiche “un serio impegno affinché nessuno sia lasciato indietro lungo il cammino verso la sostenibilità”

12 febbraio 2018

ROMA – Un “serio e concreto impegno affinché nessuno sia escluso, né sia lasciato indietro lungo il cammino necessario per portare il mondo sulla strada della sostenibilità”: è questo l'appello che Anffas, l'associazione da 60 impegnata nella tutela dei diritti delle persone con disabilità, rivolge alle forze politiche candidate alle prossime elezioni. Con un richiamo esplicito agli Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile dell’Agenda 2030, Anffas si appella quindi anche a tutti i cittadini, “affinché
possano, con responsabilità e in piena libertà, tenere in forte considerazione questi che sono i punti cardine per una società libera ed equa”.
 
Un appello che nasce dalla preoccupazione, evidenziata da Anffas, “per il crescente clima di intolleranza, odio, violenza e discriminazione che sempre di più serpeggia nel nostro Paese, invadendo pericolosamente ognuna tra le aree fondamentali per la crescita sana e responsabile della Comunità: dalla scuola al lavoro, dalla salute alla vita sociale. È per questo – spiega - che la nostra associazione, non intendendo porsi in schieramenti partitici, desidera dire inequivocabilmente 'no' alla violazione dei diritti, richiamando e ricordando i fondamentali valori della Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo e della nostra Costituzione”.
 
Un elenco di “no” e di “sì”, dichiarati con pari fermezza, completa il testo dell'appello: “No all'odio e alla violenza, no ad ogni forma di discriminazione, no ai fascismi, agli estremismi, agli
xenofobismi, ai razzismi, ai populismi, no alle diseguaglianze, no alle 'lotte tra poveri', no alla violazione dei diritti di ciascun essere umano”. Di contro “sì ai diritti umani di tutti e di tutte, sì alla parità di opportunità, sì alla dignità di tutti gli esseri umani, sì alla diversità umana come valore, sì all’inclusione sociale”. Alla base di questo appello, c'è la “convinzione che finché i diritti e la dignità di anche un solo essere umano saranno in pericolo, i diritti dell’intera umanità saranno in pericolo”.

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati