SuperAbile






In Sportelli e Associazioni

Notizie


Anche la onlus #Vorreiprendereiltreno al “Premio del cittadino europeo 2017”

La onlus #Vorreiprendereiltreno tra i vincitori italiani del Premio, oltre a don Gino Rigoldi e ai pescatori di Mazara del Vallo. #Vorreiprendereiltreno nasce come campagna di sensibilizzazione sui diritti delle persone disabili, promossa dallo studente e giornalista Iacopo Melio

13 ottobre 2017

ROMA - Don Gino Rigoldi, la Fondazione Opera Immacolata Concezione, i pescatori siciliani di Mazara del Vallo e la onlus #Vorreiprendereiltreno sono i vincitori italiani del Premio del cittadino europeo 2017. La cerimonia di assegnazione del riconoscimento, a 49 cittadini e organizzazioni di 26 Paesi dell'Unione Europea, si e' tenuta nella sede del Parlamento dell'Ue a Bruxelles.
 
Don Gino Rigoldi è cappellano dell'Istituto Penale per Minorenni "Cesare Beccaria" di Milano dal 1972. Ha realizzato progetti educativi e di reinserimento sociale sia in carcere che nelle periferie, dedicandosi a giovani in difficoltà.
 
Fondazione Opera Immacolata Concezione onlus da oltre 60 anni accoglie persone anziane e fragili in 13 residenze tra Veneto e Lombardia, assistendo 2.300 ospiti con 1.700 dipendenti di oltre 30 nazionalità diverse.
 
I pescatori di Mazara del Vallo hanno salvato negli ultimi anni migliaia di migranti, dando l'allarme alla Marina Militare, dando assistenza ai naufraghi con i loro pescherecci, fornendo abiti e pasti.
 
#Vorreiprendereiltreno nasce nel 2014 come campagna di sensibilizzazione per la difesa dei diritti dei disabili, promossa dallo studente e giornalista Iacopo Melio. Il suo obbiettivo e' trattare con leggerezza tematiche legate alla disabilità, promuovendo una cultura volta all'inclusione e all'accessibilità.
 
Al Parlamento dell'Ue si sono riuniti ieri cittadini e organizzazioni di più Paesi per la cerimonia di consegna di un premio che celebra l'impegno e i valori europei. Il Premio del cittadino europeo e' assegnato ogni anno a progetti e iniziative che contribuiscono alla cooperazione europea e alla promozione di valori comuni. Dopo aver ricevuto le medaglie d'onore nel corso delle cerimonie nazionali nei rispettivi paesi, i vincitori si sono riuniti a Bruxelles per l'evento centrale di premiazione. Secondo la presidente della giuria del Premio, Sylvie Guillaume, vice-presidente del Parlamento ed eurodeputata francese del gruppo dell'Alleanza progressista dei Socialisti e Democratici, "il Parlamento europeo e' qui per puntare il riflettore sul successo di questi progetti. I nostri cittadini hanno una voce, e il Premio del cittadino europeo e' la prova che la stiamo ascoltando".

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati