SuperAbile







Campionati di paraciclismo su strada: Francesca Porcellato tricolore a sorpresa

Tutti sul podio i favoriti della vigilia. E a sorpresa si laurea campionessa italiana in linea e vice a cronometro Francesca Porcellato. "Mi sono divertita un sacco, ma il mio obiettivo resta Sochi 2014"

9 luglio 2013

ROMA - Due giorni di pedalate forsennate, quelle fatte a Verolanuova, per aggiudicarsi le maglie tricolore della stagione su strada. Sabato 6 e domenica 7 luglio, hanno visto sfilare e rincorrersi per le strade della località bresciana il numero record di 133 corridori. Tutti presenti gli azzurri di coach Mario Valentini, reduci dalle esaltanti prestazioni nelle prime due prove di Coppa del Mondo di Merano e Segovia. Unico assente, Alessandro Zanardi che non ha potuto difendere i titoli tricolori conquistati nella passata stagione. Nella sua categoria (MH4) gli succedono Colombari nella crono e Bressanelli nella gara in linea.Tutti gli altri risultati, hanno rispettato le previsioni della vigilia, ad eccezione di una vera e propria novità: la presenza sulla linea del via di Francesca Porcellato, che si impone sulle azzurre Fenocchio e Schuler, nella cat WH2, in linea e a crono prende l'argento. E' la terza disciplina sportiva che la vede primeggiare, dopo un passato glorioso nell'atletica leggera e un recente passato altrettanto fortunato nello sci nordico, dove ha vinto la medaglia d'oro a Vancouver 2010.La sua eccellente prestazione fa presagire una probabile convocazione in Nazionale.

Ma Francesca ci tiene a ‘rassicurare' tutti: "Mi sono divertita un sacco - racconta Francesca Porcellato- . Ho fatto preoccupare molte persone, credo. Ma voglio precisare che per ora è solo un divertimento, e mi serve come allenamento per il mio obiettivo prioritario, che è Sochi 2014". Quello che prima faceva in estate, quando non c'è neve, con la carrozzina da corsa ora lo fa con l'handbike. "Sì, anche perché è un mezzo molto più agevole della carrozzina, è meno tecnico. Se in carrozzina serviva un mese intero prima di trovare la posizione, l'equilibrio ottimale e questo costava fatica e dolori a collo e articolazioni, in handbike è tutto più facile, meno invasivo". Tutto facile per Francesca, che riesce anche quando non vuole. "Mi fa piacere il risultato, ma dipende dal fatto che il motore c'è. Pensa che la mia preparazione, che è partita in handbike da un mese e mezzo, è mirata esclusivamente allo sci nordico, non ho focalizzato l'attenzione sulla bicicletta, quindi faccio un allenamento molto blando per quello che richiederebbe seriamente l'handbike, mentre lavoro molto per lo sci". Per Francesca, che ha scoperto questa nuova passione, andare in bici è anche una scusa per fare lunghe gite in compagnia: "Trovo sia uno sport molto aggregante, il ciclismo, è bello uscire anche con il mio compagno e fare lunghe pedalate all'aria aperta, lungo paesaggi bellissimi, con il sole. Poi le gare sono in mezzo alla gente, è bellissimo sentire questo calore". Due volte sul podio, ma quello che le interessa davvero è quello paralimpico di Sochi. "In Russia vorrei portare non solo la Km sprint che mi ha regalato la medaglia a Vancouver 2010, ma anche la 5Km". Ecco perché serve ancora qualche volata in handbike, con buona pace delle avversarie. (a cura del Cip)

I PODI

CORSA IN LINEA

CAT. HANDBIKE
MH1 1. Mazzone Luca; 2. Villa Federico; 3. Saleri Michele.
MH2: 1. Podestà Vittorio; 2. Di Bari Saverio; 3. Sette Pantaleo
MH3: 1. Cratassa Mauro; 2. Achenza Giovanni; 3. Thaler Raymund
MH4: 1. Bressanelli Mirco; 2. Colombari Diego; 3. De Cortes Mirko
WH1: 1. Amadeo Roberta; 2. Borelli Monica; 3. Paciotti Maria Teresa
WH2: 1. Porcellato Francesca; 2. Schuler Claudia; 3. Fenocchio Francesca
WH3: 1. Modena Romina; 2. Corazzini Valeria

CAT. TANDEM
MB: 1. Pizzi Ivano - Pizzi Luca; 2. Bersini Emanuele - Panizza Riccardo; 3. Rusalen Orlando - Sperati Carlo
WB: 1. Luisani Maria Cristina - Spadaccini Patrizia; 2. Cal Beatrice - Pizzolotto Lucia

CAT. TRICICLI
MT1: 1. Nari Fabio
MT2: 1. Farroni Giorgio; 2. Raggino Livio
WT1: 1. Landi Katia

CAT. C.
MC1: 1. Pusateri Andrea; 2. Bortoletti Massimo
MC2: 1. Macchi Fabrizio; 2. Caironi Luciano; 3. Topatigh Fabrizio
MC3: 1. Anobile Fabio; 2. Viganò Paolo; 3. Bargna Roberto
MC4: 1. Pittacolo Michele; 2. Fantoni Gianluca; 3. Rosa Michele
MC5: 1. Addesi Pierpaolo; 2. Botosso Elia; 3. Martignani Roberto
WC4: 1. Rutigliano Antonella

CRONOMETRO

CAT HANDBIKE
MH1: 1. Mazzone Luca; 2. Saleri Michele; 3. Marzocchi Fabio
MH2: 1. Podestà Vittorio; 2. Di Bari Saverio; 3. Cattai Mauro
MH3: 1. Cratassa Mauro; 2. Achenza Giovanni; 3. Thaler Raimund
MH4: 1. Colombari Diego; 2. Bressanelli Mirco; 3. De Cortes Mirko
WH1: 1. Amadeo Roberta; 2. Borelli Monica; 3. Paciotti Maria Teresa
WH2: 1. Fenocchio Francesca; 2. Porcellato Francesca; 3. Schuler Claudia
WH3: 1. Modena Romina; 2. Corazzina Valeria

CAT. TRICICLI
MT1: 1. Nari Fabio
MT2: 1. Farroni Giorgio; 2. Raggino Livio
WT1: 1. Landi Katia

CAT. TANDEM
MB: 1. Bersini Emanuele - Panizza Riccardo; 2. Pizzi Ivano - Pizzi Luca; 3. Rusalen Orlando - Sperati Carlo
WB: 1. Luisani Maria Cristina - Spadaccini Patrizia; 2. Cal Beatrice - Pizzolotto Lucia

CAT C
MC1: 1. Pusateri Andrea; 2. Bortoletti Massimo
MC2: 1. Macchi Fabrizio; 2. Caironi Luciano; 3. Topatigh Fabrizio
MC3: 1. Viganò Paolo; 2. Bargna Roberto; 3. Anobile Fabio
MC4: 1. Fantoni Gianluca; 2. Pittacolo Michele; 3. Vella Gianluca
MC5: 1. Tarlao Andrea; 2. Botosso Elia; 3. Addesi Pierpaolo
WC4: 1. Rutigliano Antonella.

(11 luglio 2013)

di d.marsicano

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati