SuperAbile







Sport, Bambino Gesù: in Italia lo praticano 500 mila bambini con asma e allergie

Il responsabile di Medicina dello sport all'ospedale pediatrico, Attilio Turchetta: "Con diagnosi e cure possono scegliere le attività preferite"

28 gennaio 2021

ROMA- "In Italia 5 milioni di bambini e ragazzi praticano sport e, tra questi, circa 500mila soffrono di allergia o asma. Quest'ultima malattia è  più frequente, si può presentare durante l'attività e mette paura, soprattutto quando non si hanno le informazioni giuste su come gestirla e prevenirla". Lo dichiara Attilio Turchetta, responsabile di Medicina dello sport all'ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma.

"Il nuoto- spiega l'esperto- è sempre stato considerato lo sport più adatto ai bambini che hanno l'asma, ma non è l'unico. Prima di scegliere l'attività preferita c'è una road map da seguire che prevede un'accurata anamnesi, con diagnosi allergologica e l'esame spirometrico e la broncostimolazione".

Successivamente, dopo che è stata diagnosticata l'asma, per poter praticare lo sport in sicurezza, Turchetta evidenzia il fatto che "si devono seguire le indicazioni del medico assumendo i farmaci, se sono necessari, o rispettando periodi di riscaldamento prima dell'esercizio fisico che permettono di poter avere un buon controllo dell'asma durante lo sforzo. Il bambino- conclude- non deve interrompere la sua terapia e, facendo ciò, potrà praticare lo sport che preferisce in condizioni di sicurezza”.

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati