SuperAbile







Sci nordico paralimpico: a Livigno raduno di preparazione in vista della stagione ormai alle porte

A disposizione dei tecnici Cristian Toninelli e Giuseppe Romele. L’allenatore nazionale Fritz: “Abbiamo fatto un gran lavoro”. Toninelli: “L’obiettivo per quest’anno è quello di andare meglio dell’anno precedente”. Romele: “È bello essere tornati a sciare sulla neve”

18 novembre 2020

ROMA - Sono state le nevi di Livigno a ospitare nel fine settimana il ritiro della Nazionale Italiana di sci fondo paralimpico. Anche quest’anno, in vista della stagione alle porte, il team azzurro della FISIP ha scelto la località lombarda per testare lo stato di salute dei nostri sciatori. Seguiti dall’allenatore nazionale Duilio Fritz, dal preparatore Paolo Marchetti, dall’allenatore e skiman Paolo Brao, sull’anello disegnato dall’Apt di Livigno si sono presentati Cristian Toninelli per la categoria standing e Giuseppe Romele per la sitting. “I nostri obiettivi, per quest’anno, sono i Mondiali di febbraio a Lillehammer e i test event in Cina sulle prossime piste che ospiteranno le Paralimpiadi del 2022 – spiega l’allenatore nazionale Duilio Fritz - speriamo si possa fare tutto, anche perché i ragazzi stanno bene e stanno bene sia dal punto di vista tecnico che fisico. Qui a Livigno abbiamo fatto un gran lavoro – assicura – inoltre stiamo puntando ad ampliare il gruppo e a coinvolgere alcuni giovani e speriamo di fare cose buone già in occasione dei Mondiali e poi dei test event”.

“Il posto è ottimale per la preparazione – commenta Cristian Toninelli – è stato un periodo un po’ complicato a causa del mio lavoro ma per fortuna i miei datori di lavori mi vengono incontro come possono. Ora ci stiamo avvicinando alla stagione invernale, quindi uscire la sera a correre o andare in montagna ad allenasi è più difficile – prosegue - l’obiettivo per quest’anno è quello di andare meglio dell’anno precedente e migliorare i miei tempi. Speriamo che la stagione possa svolgersi regolarmente e possa portare a casa miglioramenti significativi”.

“Spero di fare gare a breve e capire il lavoro di grandissimo volume fatto questa estate – promette Giuseppe Romele - è bello essere tornati a sciare sulla neve. In estate abbiamo lavorato parecchio e cambiato il sistema di spinta – osserva - ora aspettiamo di vedere cosa succederà nella prima gara”. (a cura del Cip)

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati