SuperAbile







Paratrap: oro per Cafaggi al torneo internazionale Sellier & Bellot di Brno, unico appuntamento internazionale della stagione

Alle sue spalle un altro azzurro, Emilio Poli. Cafaggi: “Sono molto contento di come ho affrontato la competizione e, soprattutto, del risultato ottenuto”. Poli: “Ho chiuso la stagione in maniera positiva”

24 settembre 2020

ROMA - Non poteva esserci miglior ritorno alle competizioni internazionali per il campione di paratrap Mirko Cafaggi:  il romagnolo, che un anno fa ha conquistato l’oro in Coppa del Mondo a Osijek, in Croazia, e la medaglia d’argento ai Campionati Mondiali di Sydney, ha trionfato nella prima gara internazionale, l’unica dell’intera stagione autorizzata dall’IPC. A Brno, in Repubblica Ceca, dove si è svolto il torneo Sellier & Bellot, Cafaggi ha portato a casa l’oro nella PT3, mettendo in questo modo le mani sul primo trofeo internazionale e confermandosi come uno dei più talentuosi atleti di questa disciplina a livello mondiale. Il successo, per l’argento iridato di Sydney, è arrivato grazie a 34 bersagli colpiti. Subito dietro al faentino si è piazzato un altro azzurro, Emilio Poli, che ha totalizzato 32 punti. “Sono molto contento di come ho affrontato la competizione e, soprattutto, del risultato ottenuto – dichiara Cafaggi – devo rivolgere un grande plauso all’organizzazione, perché abbiamo potuto gareggiare su un ottimo poligono di tiro. In generale si è trattato di un grandissimo evento”. 

“Ho chiuso la stagione in maniera positiva – ammette Emilio Poli – con un bronzo ai Campionati Italiani e un argento a Brno, nell’unica gara internazionale autorizzata dall’IPC. Il primo giorno di gare, a causa di problemi con la protesi dovuti ai campi con molta pendenza in avanti, è stato disastroso – racconta il lombardo – meglio nella seconda giornata, quando ho aggiunto un paio di spessori e un quarto di giro al piede, il che mi ha permesso di recuperare buona parte della stabilità”.

“Ho chiuso con un punteggio imbarazzante per i miei standard ma alla fine sono riuscito a entrare in finale, recuperando una posizione rispetto alla prima giornata”. “Un grande grazie ai miei compagni di viaggio Mirko Cafaggi e Calogero Sansone, anche lui bravo a centrare la finale e a chiudere al quinto posto”. Al terzo posto della PT3 si è classificato il lussemburghese Steve Nothum, che ha fatto segnare 23 punti. Per quanto riguarda la categoria PT1, il successo è andato al tedesco Thomas Hoefs. Secondo e terzo gradino del podio per i cechi padroni di casa Jaroslav Klimes e Roman Telicka. (a cura del Cip)

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati