SuperAbile







Calcio a 5 B1: nella nona giornata di Campionato, pari tra Roma e Lecce e tra Firenze e Liguria

Il DT della Roma Sauro Cimarelli: “La buona prestazione contro i salentini conferma la serie positiva che sta attraversando la nostra squadra”

27 febbraio 2020

ROMA - Due pareggi nelle due sfide che hanno caratterizzato la nona giornata del Campionato Italiano di calcio a 5 di categoria B1. Sabato 22 febbraio, sul campo del Centro Sportivo Paralimpico del Tre Fontane di Roma, la ASD Disabili Roma 2000 ha ospitato la Ascus Lecce. Nonostante i tanti e ripetuti attaccati dei salentini, il match è terminato a reti inviolate. Un punto prezioso che permette ai capitolini di muovere la classifica e di consolidarsi saldamente al sesto posto, a sole due lunghezze dalla terz’ultima, la ASD Liguria Calcio. Proprio la formazione ligure è stata protagonista del secondo incontro valido per il nono turno di Campionato, che si è giocato domenica 23 febbraio a Sesto Fiorentino. Sul campo dell’impianto sportivo Osmannoro, ASD Quarto Tempo Firenze e ASD Liguria Calcio hanno pareggiato 1-1. Alla rete ligure firmata da Brian Ramirez, ha risposto, per i padroni di casa, Damiano Giunta.
 
Sauro Cimarelli, direttore tecnico della Roma, ci racconta la sfida tra il quintetto capitolino e quello leccese: “La buona prestazione contro i salentini conferma la serie positiva che sta attraversando la nostra squadra, determinato, sicuramente, dalla grande generosità dei giocatori ma anche dalle migliori condizioni di allenamento che offre il nuovo campo dotato di sponde, elemento fondamentale per la pratica del calcio a 5 non vedenti. Da quanto abbiamo visto contro il Lecce oggi possiamo forse cominciare a parlare di una nuova era che si apre per la nostra squadra. La partita si preannunciava difficile – racconta Cimarelli - il Lecce era stato finora tra i più temibili avversari della Roma, avendola battuta in ripetute occasioni anche con molti gol di scarto. Tuttavia, e contro ogni pronostico, la partita si è conclusa in pareggio – prosegue - grazie a una strenua difesa dei nostri Zungri e Lorenzo, tra i migliori in campo, ogni tentativo di azione della squadra avversaria è stato tenacemente sventato. Nel secondo tempo la Roma è apparsa ancora più sicura – sottolinea – alternando a una compatta difesa azioni di attacco irruente e generose, soprattutto grazie alle giocate di Valerio Arancio Febbo che, purtroppo, non hanno portato al risultato sperato: da questo punto di vista si è notata l’assenza di Joan”.
 
La classifica vede quindi in testa i campioni d’Italia in carica della ASD AC Crema 1908 con 16 punti in 6 gare giocate, seguita dalla ASD UIC Bari a 15 (8 gare). A un solo punto dal Bari si porta la ASD Quarto Tempo Firenze (8 gare), mentre la Ascus Lecce raggiunge quota 13 (8 gare). Dieci punti per la ASD Liguria Calcio (8 gare), mentre la ASD Disabili Roma 2000 si attesta a 8 (8 gare). Chiude, a zero punti, la ASD Casa Hirta (8 gare). (a cura del Cip)

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati