SuperAbile







Fisdir: la Nazionale Italiana di basket è campione del mondo

Gli azzurri piegano il Portogallo in finale e bissano il titolo vinto un anno fa. Il presidente Fisdir Borzacchini: “Questi ragazzi hanno scritto una pagina importante per la storia del nostro movimento”. Il presidente del Cip Pancalli: “Bravi per aver tenuto ancora una volta alto il nome dell’Italia”

2 dicembre 2019

ROMA - L’Italia del basket FISDIR ancora una volta sul tetto del mondo: dopo il successo ottenuto lo scorso anno a Madeira, la nostra Rappresentativa ha conquistato un nuovo titolo iridato. Come un anno fa, l’evento si è svolto in Portogallo, questa volta a Guimarães e, come nel 2018, decisiva è stata la vittoria in finale contro i padroni di casa. Ottimo il percorso dei ragazzi allenati da Giuliano Bufacchi e Mauro Dessí. L’avventura è iniziata con il successo contro la Turchia per 26-11. Sugli scudi il sardo Davide Paulis, della AIPD Oristano fresca vincitrice del Tricolore, autore di 16 punti. Subito dopo, gli azzurri si sono imposti sul Portogallo con un netto 40-4, che non ha lasciato dubbi sui reali equilibri in campo. In doppia cifra sono finiti Davide Paulis (14) e Alessandro Greco (10), giocatore tesserato per la società Anthropos. Nel frattempo, la vittoria dei padroni di casa sulla Turchia per 19-8 ha definito la sfida valida per il titolo mondiale. Di fronte, come un anno fa, Italia e Portogallo e come un anno fa è stata la nostra Nazionale ad alzare la Coppa. Match più combattuto, quello che ha assegnato il titolo, ma comunque partita mai in discussione per gli azzurri, bravi a imporsi con il punteggio di 36-22. Top scorer del match, ancora una volta, Davide Paulis: ben 28 i punti a referto per il cestista isolano, che poche settimane fa è stato uno dei grandi protagonisti del primo scudetto della storia della AIPD Oristano. Sul tabellino marcatori sono finiti anche Emanuele Venuti (4), della Anthropos, Antonello Spiga (2), della AIPD Oristano, Alessandro Greco (2), della Anthropos.
 
Entusiasta il Presidente della FISDIR – Federazione Italiana Sport Paralimpici degli Intellettivo Relazionali Marco Borzacchini: “Si tratta di un grandissimo risultato per la nostra Nazionale – dichiara Borzacchini – questi ragazzi hanno scritto una pagina importante per la storia del nostro movimento”.
 
“Che dire, il Portogallo ci porta bene – sottolinea – i ragazzi sono stati fantastici”.
 
Grande entusiasmo anche nelle parole del Presidente del CIP Luca Pancalli: “Complimenti a questi straordinari atleti, che hanno saputo bissare il titolo vinto un anno fa”.
 
“Si sa che nello sport riconfermarsi a certi livelli è sempre difficile – osserva – bravi, quindi, tutti, dal primo all’ultimo, per aver tenuto ancora una volta alto il nome dell’Italia”.
 
“Complimenti, quindi, all’intero staff e alla Federazione presieduta da Borzacchini – aggiunge – ma complimenti anche e soprattutto alle famiglie di questi atleti, che credono e sostengono questi ragazzi nello sport e in tutte le loro attività quotidiane”. (a cura del Cip)ROMA - L’Italia del basket FISDIR ancora una volta sul tetto del mondo: dopo il successo ottenuto lo scorso anno a Madeira, la nostra Rappresentativa ha conquistato un nuovo titolo iridato. Come un anno fa, l’evento si è svolto in Portogallo, questa volta a Guimarães e, come nel 2018, decisiva è stata la vittoria in finale contro i padroni di casa. Ottimo il percorso dei ragazzi allenati da Giuliano Bufacchi e Mauro Dessí. L’avventura è iniziata con il successo contro la Turchia per 26-11. Sugli scudi il sardo Davide Paulis, della AIPD Oristano fresca vincitrice del Tricolore, autore di 16 punti. Subito dopo, gli azzurri si sono imposti sul Portogallo con un netto 40-4, che non ha lasciato dubbi sui reali equilibri in campo. In doppia cifra sono finiti Davide Paulis (14) e Alessandro Greco (10), giocatore tesserato per la società Anthropos. Nel frattempo, la vittoria dei padroni di casa sulla Turchia per 19-8 ha definito la sfida valida per il titolo mondiale. Di fronte, come un anno fa, Italia e Portogallo e come un anno fa è stata la nostra Nazionale ad alzare la Coppa. Match più combattuto, quello che ha assegnato il titolo, ma comunque partita mai in discussione per gli azzurri, bravi a imporsi con il punteggio di 36-22. Top scorer del match, ancora una volta, Davide Paulis: ben 28 i punti a referto per il cestista isolano, che poche settimane fa è stato uno dei grandi protagonisti del primo scudetto della storia della AIPD Oristano. Sul tabellino marcatori sono finiti anche Emanuele Venuti (4), della Anthropos, Antonello Spiga (2), della AIPD Oristano, Alessandro Greco (2), della Anthropos.
 
Entusiasta il Presidente della FISDIR – Federazione Italiana Sport Paralimpici degli Intellettivo Relazionali Marco Borzacchini: “Si tratta di un grandissimo risultato per la nostra Nazionale – dichiara Borzacchini – questi ragazzi hanno scritto una pagina importante per la storia del nostro movimento”.
 
“Che dire, il Portogallo ci porta bene – sottolinea – i ragazzi sono stati fantastici”.
 
Grande entusiasmo anche nelle parole del Presidente del CIP Luca Pancalli: “Complimenti a questi straordinari atleti, che hanno saputo bissare il titolo vinto un anno fa”.
 
“Si sa che nello sport riconfermarsi a certi livelli è sempre difficile – osserva – bravi, quindi, tutti, dal primo all’ultimo, per aver tenuto ancora una volta alto il nome dell’Italia”.
 
“Complimenti, quindi, all’intero staff e alla Federazione presieduta da Borzacchini – aggiunge – ma complimenti anche e soprattutto alle famiglie di questi atleti, che credono e sostengono questi ragazzi nello sport e in tutte le loro attività quotidiane”. (a cura del Cip)

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati