SuperAbile







Paraciclismo. All’ultima prova di Coppa del Mondo azzurri in formissima e sul podio

Hanno preso il via le gare a Baie Comeau in Quebec, Canada, per la terza ed ultima prova di Coppa del Mondo di Ciclismo Paralimpico. Sono 33 le nazioni in gara e oltre 230 gli atleti

9 agosto 2019

ROMA - Hanno preso il via le gare a Baie Comeau in Quebec, Canada, per la terza ed ultima prova di Coppa del Mondo di Ciclismo Paralimpico. Sono 33 le Nazioni in gara e oltre 230 gli atleti chiamati a onorare l’ultima tappa che precede i Campionati del Mondo in programma a settembre a Emmen in Olanda. Nelle prime gare a Cronometro che vedevano in gara le handbike e i tricicli, l’Italia ha dominato salendo con i suoi rappresentanti ben sei volte sul podio con 3 medaglie d’oro, due d’argento e una di bronzo. Le prove contro il tempo sono state disputate su un percorso molto tecnico reso ancor più impegnativo da una pioggia incessante.
 
Primo azzurro sotto i riflettori, Fabrizio Cornegliani, che si aggiudica la MH1 con quasi 10 secondi di vantaggio sul belga Hordies mentre tutti gli altri concorrenti arrivavano con distacchi pesanti (terzo lo svizzero Fruh a 3’16”). Francesca Porcellato risponde sì anche a questo appuntamento, mostrando uno smalto invidiabile e lasciando indietro pesantemente la diretta avversaria: la veneta ha dominato la WH3 infliggendo oltre due minuti alla ceca Antosova e 5’40” alla coreana Wang.
 
Ritorno prepotente alla vittoria anche per Alex Zanardi (MH5) che con grinta ha strappato l’oro al cinese Liu per soli 68 centesimi. Terzo il transalpino Verganud a sei secondi. Luca Mazzone (MH2) è andato vicino alla sua ennesima vittoria in coppa , piegato per soli 12 secondi dal fuoriclasse statunitense Groulx , con lo spagnolo Garrote Munoz terzo e non lontano dai due con 36 secondi dal primo.
 
Ana Maria Vitelaru (WH5) è stata costretta al secondo gradino del podio dall’ottima prestazione dell’ americana Masters che l’ha preceduta con uno scarto un minuto e cinquanta centesimi. Bronzo alla cinese Sun. Infine Giorgio Farroni ha portato a casa un bronzo nel triciclo (MT1) cedendo al tedesco Jager e all’iberico Garcia Abella. Quinto posto per Paolo Cecchetto nella MH3 (+1:11.02) vinta dal tedesco Merklein. Oggi altre crono con i ciclisti ed i tandem, domani via alle prove su strada. (a cura del Cip)

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati