SuperAbile







Tennistavolo paralimpico: due argenti e due bronzi, per gli azzurri, al Torneo Internazionale di Lasko

Ora i nostri atleti sono attesi dai Campionati Italiani. Appuntamento a Verona dal 17 al 19 maggio. Il DT Arcigili: “Il livello in parecchie classi sarà molto alto”

15 maggio 2019

ROMA - Due medaglie d’argento e due di bronzo: è questo il bottino ottenuto dai nostri pongisti in occasione del Torneo Internazionale di tennistavolo paralimpico di Lasko, in Slovenia, il torneo di fattore 40 più prestigio al mondo. A portare a casa il secondo gradino del podio, in classe 9 maschile, è stato Amine Kalem. L’italo-tunisino, bronzo ai Giochi di Rio del 2016, è stato superato, in finale, dal russo Iurii Nozdrunov (0-3), dopo che in precedenza aveva eliminato il cinese naturalizzato australiano Ma Lin (3-) e in semifinale l'inglese Joshua Stacey (3-1). La seconda medaglia è arrivata grazie a una delle atlete più rappresentative nel panorama azzurro, Giada Rossi. La campionessa friulana, anche lei, come Kalem, bronzo ai Giochi di Rio, ha ottenuto il terzo posto in classe 2. Come già accaduto agli ultimi Mondiali di Celje, la Rossi è stata sconfitta in semifinale dalla brasiliana Catia Christina da Silva Oliveira (0-3). Le ultime medaglie sono arrivate dalle prove di Matteo Parenzan in classe 6 e da Lorenzo Cordua e Amine Kalem in classe 10. Parenzan, in coppia con il rumeno Bobi Simion, ha ottenuto il secondo posto. Fatale, per la conquista dell’oro, la sconfitta contro i cinesi Huang Jiaxin e Chen Chao (1-2). Bronzo, in classe 10, per Cordua e Kalem. I due azzurri sono stati superati, nel penultimo turno, dal duo composto dal montenegrino Filip Radovic e dall’inglese Kim Daybell (0-2).
 
Il tempo di tornare in Italia e i nostri atleti sono chiamati a un altro importante appuntamento: i Campionati Italiani. Per la prima volta sarà Verona a ospitare la massima competizione a livello nazionale. La città veneta, già sede del centro federale del tennistavolo paralimpico, ospiterà dal 17 al 19 maggio 147 atleti, di questi 73 in carrozzina (classi 1-5), 56 in piedi (classi 6-10) e 18 con disabilità intellettiva e relazionale (classe 11). In palio i titoli di singolare di classe e Open di doppio maschile, femminile e misto, i titoli giovanili e quelli esordienti e promozionali.
 
In gara tutti i pongisti che hanno preso parte alle gare di Lasko: Michela Brunelli, Carlotta Ragazzini, Giada Rossi, Andrea Borgato, Federico Falco, Federico Crosara, Alessandro Giardini, Matteo Orsi, Matteo Parenzan, Samuel De Chiara, Amine Kalem e Lorenzo Cordua.
 
Prima di presentare i Campionati Italiani, Alessandro Arcigli, direttore tecnico della Nazionale Italiana, commenta il bronzo di Giada Rossi a Lasko: “Le sconfitte servono a formare il carattere e a capire dove agire per superare le difficoltà”. “La sconfitta di Giada in semifinale è solo un incidente di percorso – sostiene – e non dobbiamo dimenticare qual è l’obiettivo di quest’anno, ovvero gli Europei di settembre in Svezia”.
 
A proposito dei Campionati Italiani, il tecnico messinese afferma: “Il livello in parecchie classi sarà molto alto. Io e il tecnico Donato Gallo siamo curiosi di vedere come si sta muovendo il tennistavolo paralimpico nel nostro Paese, considerato che le società e i tecnici che lavorano con i paralimpici stanno aumentando, così come stanno aumentando gli atleti potrebbero inserirsi presto nella rosa della Nazionale”. (a cura del Cip)

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati