SuperAbile







Ciclismo paralimpico: dal 14 al 17 marzo i Campionati mondiali su pista. Quattro gli azzurri in gara

Appuntamento in Olanda. Fabio Anobile: “Come sempre ce la metterò tutta per ottenere un buon risultato”. Michele Pittacolo: “Nello scratch posso giocarmela”

14 marzo 2019

ROMA - Quattro azzurri a caccia di una medaglia iridata: dal 14 al 17 marzo, il velodromo di Apeldoorn, in Olanda, ospita le gare valide per i Campionati Mondiali di Ciclismo Paralimpico su Pista. Duecentocinquanta i corridori in rappresentanza di 36 Nazioni che si affronteranno sullo stesso tracciato che ha ospitato questa competizione nel 2015. A rappresentare i colori azzurri ci saranno Fabio Anobile (Alove Team ASD) per la categoria MC3, Michele Pittacolo (Pittabike ASD) nella MC4, Eleonora Mele (One Gear ASD) nella WC5 e Andrea Tarlao (Team Levante) per quanto riguarda la categoria MC5. Tanti gli atleti di grandissimo livello presenti in Olanda, come il britannico Neil Fachie e la sua guida Mat Rotherham, medaglia d’oro alle Paralimpiadi di Londra, sempre a podio nelle ultime sette edizioni o come lo statunitense Joseph Berenyi, che sembra migliorare con l’età: lui, 50enne, è campione del mondo in carica nella prova a cronometro 1 km e nello scratch di categoria C3. Nella C1, riflettori puntati sullo spagnolo Ricardo Ten Argiles, iridato nel 2018 nell’inseguimento e nello scratch. Lo statunitense Shawn Morelli sarà in pista per difendere il titolo mondiale conquistato nel 2018 nella specialità dell’inseguimento sui 3 km di categoria C4, mentre Sarah Storey, la ciclista britannica più medagliata della storia, proverà ad aggiungere un altro podio ai 17 conquistati in carriera.
 
L’Italia si presenta con un gruppo non folto ma senza dubbio competitivo. “Si tratta del primo grande appuntamento della stagione, che oltre ad assegnare medaglie iridate servirà anche per le qualificazioni ai prossimi Giochi Paralimpici Estivi di Tokyo 2020 – sostiene il CT dell’Italia Mario Valentini – Fabio Anobile è senza dubbio in buona condizione, si è allenato ad Aigle, in Svizzera, assieme a Eleonora Melle, e già in passato ha vinto l’argento nella specialità dello scratch ai Mondiali di Montichiari. Eleonora Melle potrebbe essere una piacevole sorpresa di questi Mondiali – assicura – poi ci sono Tarlao e Pittacolo, con il primo che punterà senza dubbio sull’inseguimento e il secondo reduce dal successo alla Vuelta de Argentina”.
 
“Ho deciso di fare la rifinitura della preparazione in vista dei Mondiali di Apeldoorn ad Aigle, tempio del ciclismo su pista – dichiara Anobile – devo ammettere che ho iniziato la preparazione tardi ma la condizione non è male. Come sempre ce la metterò tutta per ottenere un buon risultato – aggiunge – e poi si vedrà”.
 
“Nello scratch posso giocarmela – promette Michele Pittacolo – 60 giri di pista, 15 km in totale, una gara secca che va gestita al meglio ma credo di potercela fare”. (a cura del Cip)

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati