SuperAbile







Sci alpino: per Giacomo Bertagnolli e Fabrizio Casal straordinaria chiusura dei Mondiali di Sella Nevea

Un doppio oro per i due atleti: nel Super G e nella Supercombi. Bertagnolli: “E’ stato un Mondiale fantastico: contenti di aver fatto cinque su cinque, con quattro ori”

1 febbraio 2019

ROMA - Non potevano concludersi in modo migliore, per Giacomo Bertagnolli e la sua guida Fabrizio Casal, i Campionati Mondiali di sci alpino paralimpico. A Sella Nevea, in Friuli, nell’ultima giornata di gare, i due sciatori trentini hanno conquistato altre due medaglie d’oro nella categoria visually impaired, nella Supercombi e nel Super G  (la prova di Super G della Supercombi, infatti, valeva anche come gara singola), portando a cinque il bottino complessivo di medaglie ottenuto nella rassegna iridata (quattro ori e un argento). Dopo aver dominato la prima run, quella di Super G (1:02.93), sfruttando anche l’uscita di pista all’ultima porta della coppia austriaca formata da Josef Lahner e Franz Erharter, Bertagnolli e Casal si sono aggiudicati anche la seconda prova, fermando il tempo nello Slalom sul 43.39, per il crono complessivo di 1:46.32. Alle spalle degli azzurri si sono piazzati gli slovacchi Jakub Krako e Branislav Brzoman (1:49.88) e Miroslav Haraus e Maros Hudik (1:51.03).
 
“E’ stato un Mondiale fantastico – ha dichiarato Giacomo Bertagnolli – devo dire che abbiamo avuto un po’ di fortuna in quasi tutte le gare ma tra la fortuna e la bravura siamo riusciti a ottenere questi risultati straordinari. Siamo molto contenti di aver fatto cinque su cinque, con quattro ori – ha aggiunto il campione trentino – un’impresa così grande ci mancava. Torniamo a casa veramente molto soddisfatti”, ha concluso Giacomo.
 
Per quanto riguarda gli altri italiani in gara, quinto posto di Renè de Silvestro nella categoria sitting (1:55.85). Il successo è andato all’olandese Jeroen Kampschreur (1:46.24), l’argento al norvegese Jasper Pedersen (1:48.44), il bronzo al giapponese Takeshi Suzuki (1:49.44).
 
Nella standing, Davide Bendotti ha terminato la Supercombi all’undicesimo posto (1:57.76). La vittoria è andata al francese Arthur Bauchet (1:40.68), secondo e terzo posto, rispettivamente, per lo svizzero Thomas Pfyl (1:45.75) e per lo statunitense Thomas Walsh (1:47.39). (a cura del Cip)

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati