SuperAbile







Sci alpino paralimpico: ancora una medaglia per la coppia Bertagnolli e Casal ai Mondiali di Sella Nevea

Dopo l’argento nel gigante e l’oro nello slalom, i due trentini si aggiudicano anche la discesa libera. Bertagnolli: “Vincere in casa è ancora più bello: è una sensazione straordinaria tagliare il traguardo e vedere l’entusiasmo della gente”. Casal: “Ci siamo divertiti: un successo che vuol dire altra medaglia d’oro a questi Mondiali”

30 gennaio 2019

ROMA - Si tingono ancor più di azzurro i Campionati Mondiali di sci paralimpico: con le gare di discesa libera è arrivata anche la terza medaglia per la coppia Bertagnolli e Casal sulle nevi friulane di Sella Nevea. Dopo l’argento ottenuto nel gigante e l’oro vinto in slalom (in quelle occasioni si gareggiava a Kranjska Gora), i due sciatori trentini di categoria visually impaired hanno portato a casa il primo gradino del podio anche nella discesa libera. Una giornata iniziata con il miglior tempo maturato nelle prove e terminata con la vittoria nella gara ufficiale. Scesi con il pettorale numero 2, Giacomo Bertagnolli e Fabrizio Casal hanno sciato in 1:00.28, 1.82 più veloci rispetto ai secondi classificati, gli austriaci Josef Lahner e Franz Erharter (1:02.10). Terzo tempo per la coppia slovacca formata da Jakun Krako e dalla sua guida Branislav Brozman (1:02.55).
 
“E’ stato bello, ci siamo divertiti – ha dichiarato a fine gara Fabrizio Casal – si tratta della nostra prima vittoria in discesa libera, per questo siamo ancora più contenti. Un successo che vuol dire altra medaglia d’oro a questi Mondiali – ha aggiunto l’atleta guida – e quindi non possiamo che essere soddisfatti”.
 
“E’ andata alla grande – ha detto Giacomo Bertagnolli – meglio di così non poteva andare”.
 
“Noi ce l’abbiamo messa tutta come al solito e alla fine abbiamo fatto registrare il tempo migliore – ha osservato ancora l’azzurro – vincere in casa è ancora più bello, è una sensazione straordinaria arrivare, tagliare il traguardo e vedere l’entusiasmo della gente. Devo dire che oggi mi sentivo molto veloce”, ha concluso Bertagnolli”.
 
Per quanto riguarda la categoria standing, diciannovesimo posto per Davide Bendotti. Il lombardo ha stabilito il crono di 1:07.29. L’oro è andato allo svizzero Gmur (58.62, l’argento all’austriaco Salcher (59.28), il bronzo al francese Bauchet (59.43).
 
“Purtroppo, nei giorni scorsi non siamo riusciti a provare la pista – ha ammesso Davide Bendotti – e lo abbiamo fatto solo questa mattina, a poche ore dalla gara. A ogni modo in gara le sensazioni sono state migliori rispetto alle prove – ha aggiunto – e sono contento di essere arrivato fino in fondo”. (a cura del Cip)

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati