SuperAbile







Tennistavolo paralimpico: inizia con il collegiale di Montecatone la stagione degli Azzurri

Azzurri attesi da tanti appuntamenti, primo fra tutti l’Europeo di Helsinborg del prossimo settembre. Giada Rossi, atleta di punta della Nazionale del CT Arcigli: “A Helsinborg punto a fare bella figura ma non solo, perché l’oro europeo consente di qualificarsi direttamente per Tokyo 2020”

9 gennaio 2019

ROMA - E’ partita ufficialmente la corsa verso Tokyo 2020 per Giada Rossi: è iniziato con il raduno di Montecatone il 2019 per il tennistavolo paralimpico. La Rossi, punta di diamante della Nazionale Italiana del CT Alessandro Arcigli, ha preso parte al primo collegiale della stagione insieme agli atleti Carlotta Ragazzini (come Giada portacolori della società Lo Sport è Vita Onlus), Alessandro Giardini (Fondazione Bentegodi), Andrea Borgato (Gruppo Sportivo Fiamme Azzurre) e Matteo Parenzan (Sportni Krozel Kras). Presente all’appuntamento emiliano anche il pongista emergente Luca "Bura" Chiarini (Lo Sport è Vita Onlus). Una stagione importante, quella appena iniziata, per Giada Rossi, che proverà a staccare il pass per i prossimi Giochi Paralimpici Estivi a settembre a Helsingborg, in Svezia, sede, dal 15 al 22, dei Campionati Europei. La vittoria nella massima rassegna continentale, infatti, oltre all’oro europeo regalerà l’accesso diretto alle Paralimpiadi giapponesi. In mezzo, però, tanti appuntamenti di rilievo, come il Lignano Master Open dal 14 al 16 marzo, il Torneo di Lasko, in Slovenia, dall'8 all'11 maggio, quindi ad agosto il torneo in Giappone, in quella stessa sede che nel 2020 ospiterà i Giochi.
 
Quello che si è chiuso è stato un anno ricco di soddisfazioni per la campionessa friulana, in grado di trionfare ai tornei di Lignano, Lasko, Pechino e di aggiudicarsi tre titoli italiani. Sempre alla ricerca di nuove metodologie di allenamento con il tecnico nazionale Arcigli, la Rossi si è spostata a Verona, dov'è stato avviato il primo Centro Federale residenziale paralimpico, al fine di prepararsi al meglio in vista dei tanti appuntamenti che la attendono.
 
“Agli Europei di Helsinborg punto a fare bella figura – dichiara il bronzo ai Giochi di Rio nel 2016 – anche se l’obiettivo principale è un altro, perché l’oro europeo consente di qualificarsi direttamente per Tokyo 2020”.
 
“Sicuramente punterò a fare bene in tutte le competizioni, a cominciare dal torneo di Lignano, per poi passare per Lasko, Tokyo e Ostrava. In questo periodo mi sono allenata a Zoppola con l’allenatore Arcigli, quindi a Montecatone”.
 
A proposito di Montecatone, la presenza dei campioni paralimpici di tennistavolo è stato anche il pretesto per portare agli ospiti della Casa di Accoglienza un momento di svago e per dimostrare le potenzialità delle persone con lesione midollare. (a cura del Cip)

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati