SuperAbile







Equitazione paralimpica: doppio oro per Sara Morganti al FEI World Equestrian Games™ Tryon 2018

L’amazzone toscana: “Speravo di portare a casa una medaglia, anche per i risultati fatti in passato, ma onestamente non osavo sperare in un doppio oro: è semplicemente un sogno che è diventato realtà”

27 settembre 2018

“Un’emozione incredibile e così grande che non riesco nemmeno a descriverla”. Sara Morganti è per la seconda volta sul tetto del mondo. Dopo la medaglia d’oro conquistata nel freestyle di Grado 1 al FEI World Equestrian Games™ Tryon 2018, l’amazzone toscana ha ottenuto il primo gradino del podio anche nel tecnico. I Campionati del Mondo – che si sono svolti in Carolina del Nord dal 18 al 22 settembre - si sono tinti ancor più di azzurro, quindi, grazie alle medaglie della nostra campionessa, che negli Stati Uniti si è messa definitivamente alle spalle le delusioni dei Giochi Paralimpici Estivi di Rio 2016 e, in sella a quel Royal Delight che in Brasile era stato escluso dalle competizioni, ha vinto ben due titoli iridati.
 
Il primo successo Sara lo ha ottenuto nel freestyle Grado 1: grazie al punteggio di 74,750%, l’italiana ha preceduto sul podio la singaporiana Laurentia Yen Yi Tan e la tedesca Elke Philipp: “Ho avuto alcuni problemi di salute, alla vigilia dell’evento, che mi hanno fatto pensare, per un momento, di non farcela ma presentarmi a questo appuntamento era una cosa che volevo così tanto, sia per il mio cavallo che per il mio allenatore. Volevo veramente fare qualcosa di buono – spiega - anche solo esserci è stato grandioso, vincere l’oro è stato un sogno”.
 
La seconda medaglia è arrivata nel tecnico. La Morganti ha totalizzato 78.867%, convincendo la giuria sia dal punto di vista tecnico che coreografico. L’argento è andato alla lituana Rihards Snikus in sella a King of The Dance, il bronzo alla statunitense Roxanne Trunnell su Doloton. “Speravo di portare a casa una medaglia, anche per i risultati fatti in passato, ma onestamente non osavo sperare in un doppio oro – osserva l’azzurra – è semplicemente un sogno che è diventato realtà ed è davvero fantastico. Dopo le Paralimpiadi di Rio avevo bisogno di venire qui con Royal delight e dimostrare a tutti quanto era brava – confessa Sara – abbiamo lavorato duramente, a casa, per presentarci al meglio a questi Mondiali”. “La cavalla è migliorata ancora – sottolinea – monto Royal ormai da otto anni e da otto anni continua a fare risultati sempre migliori e questo, a mio avviso, è ancor più importante dell’oro. Cresce sempre, nonostante ormai sia una cavalla adulta – conclude Sara - non posso essere più felice di così, non posso chiedere di più”. (a cura del Cip)

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati