SuperAbile







Al 3 Fontane si chiude il Junior Camp del calcio amputati

Al 3° Raduno EAFF (European Amputee Football Federation hanno partecipato ben 70 bambini con amputazione da 10 Paesi europei (Germania, Georgia, Grecia, Inghilterra, Irlanda, Olanda, Polonia, Scozia, Turchia e ITA) divisi per le tre fasce d'età 5-10 anni, 11-13 anni e 14-16. Per la prima volta in Italia

6 luglio 2018

ROMA - Domani , sabato 7 luglio, si chiuderà un Training Camp d’eccezione, al Centro di Preparazione Paralimpica delle 3 Fontane all’EUR di Roma. Al 3° Raduno EAFF (European Amputee Football Federation hanno partecipato ben 70 bambini con amputazione da 10 Paesi europei (Germania, Georgia, Grecia, Inghilterra, Irlanda, Olanda, Polonia, Scozia, Turchia e ITA) divisi per le tre fasce d'età 5-10 anni, 11-13 anni e 14-16. E’ in Italia per la prima volta, la EAFF, dopo aver svolto il Camp a Dublino nel 2016 e a Varsavia nel 2017.
 
A coordinare le sessioni di allenamento, lo staff tecnico della Nazionale di Calcio Amputati, guidato dal CT Renzo Vergnani e dal vice Paolo Zarzana, con l'aiuto di 17 giocatori azzurri, protagonisti a fine ottobre dei Mondiali in Messico (20 ottobre – 12 novembre). Proprio gli azzurri chiuderanno in bellezza questa esperienza con una partita dimostrativa contro la Nazionale di Calcio a 7 per atleti con cerebrolesione, recente vincitrice del torneo di Lavamund in Austria, con fischio di inizio alle 18.35.
 
La Nazionale amputati, che ha di fronte il Mondiale di Guadalajara, è reduce quest’anno da una sconfitta con l’Inghilterra per 2-0, pochi giorni fa, e da una vittoria eclatante, contro la Scozia, per 8-0, lo scorso maggio. E il pass per i Mondiali lo ha conquistato con onore sul campo, qualificandosi con il 5° posto agli Europei di Turchia 2017. (a cura del Cip)

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati