SuperAbile







Tiro con l’arco paralimpico: a Olbia la Para-Archery European Cup

Olbia capitale del tiro con l’arco paralimpico europeo: dal 5 al 9 giugno ospita la seconda edizione della Para-Archery European Cup: 117 gli atleti in gara. Asia Pellizzari: “L’obiettivo è migliorare il mio record e andare sempre avanti”

5 giugno 2018

ROMA - Olbia capitale del tiro con l’arco paralimpico europeo: dal 5 al 9 giugno, la località sarda ospita la seconda edizione della Para-Archery European Cup, uno degli appuntamenti più attesi della stagione agonistica. Sulle pedane dell’impianto del Geo Village si alterneranno 117 atleti in rappresentanza di 22 Nazioni, tra queste quattro extra europee: Giappone, Brasile, Australia e Corea del Sud. A inaugurare l’evento, martedì 5 giugno, le gare maschili e femminili della W1, a seguire le arciere del compound Open con le frecce di ranking round e quindi le prime 72 frecce per il compound maschile e primi scontri diretti. Mercoledì 6 giugno sarà la volta delle qualifiche di arco olimpico e subito i match a squadre e le semifinali. Giovedì 7 spazio alle gare di uno contro uno fino alle semifinali. Venerdì 8 al via le finali a squadre e chiusura sabato 9 giugno con le finali individuali.
 
Tanti i convocati azzurri in vista della Para-Archery European Cup: nell'arco olimpico maschile ci saranno Giulio Genovese (Dyamond Archery Palermo), Stefano Travisani (Fiamme Azzurre) e Fabio Tomasulo (Gruppo Sportivo Paralimpico della Difesa). In campo femminile certe le presenze di Elisabetta Mijno (Fiamme Azzurre), Veronica Floreno (Dyamond Archery Palermo) e Annalisa Rosada (Arcieri Del Leon).Tanti i big azzurri impegnati nel compound maschile: Alberto Simonelli (Fiamme Azzurre), reduce dal quarto posto a squadre ‘normodotati’ in Coppa del Mondo, Paolo De Venuto (Frecce Azzurre), Matteo Bonacina (Arcieri Castiglione Olona) e Giampaolo Cancelli (Arcieri Torrevecchia). Nel compound femminile in gara Maria Andrea Virgilio (Dyamond Archery Palermo), Giulia Pesci (Arcieri Ardivestra) ed Eleonora Sarti (Fiamme Azzurre).
 
Nella W1, a difendere i colori azzurri Salvatore Demetrico (Arcieri Camporotondo), Fabio Azzolini (Arcieri Montale) e Daniele Cassiani (Arcieri Fivizzano). Tra le donne in pedana Asia Pellizzari (Arcieri Del Castello). Lo staff tecnico è composto dal Responsabile Tecnico Guglielmo Fuchsova, dagli Allenatori Gabriele Meneghel e Antonio Tosco, dall’assistente Tecnico Stefano Mazzi. Completano il gruppo il Capo Missione Oscar De Pellegrin e lo psicologo Gianni Bonas.
 
“Ho iniziato a praticare questo sport cinque anni fa sotto consiglio della mia dottoressa al fine di rinforzare le spalle – esordisce Asia Pellizzari – appena provato l’arco mi sono trovata subito molto bene. Anche quest’anno parteciperò alle gare di Olbia, convocata dalla Nazionale Italiana – prosegue – l’anno scorso è stata un’esperienza straordinaria e sono convinta lo sarà anche in questa edizione. L’obiettivo, a Olbia, è migliorare il mio record e andare sempre avanti – sottolinea la Pellizzari – punto a Tokyo 2020, spero di poterci andare e per questo continuerò ad allenarmi”. (a cura del Cip)

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati