SuperAbile







Showdown: la ASD Sportella B è campione d’Italia a squadre

Per la formazione alessandrina si tratta del primo Tricolore della sua storia. Ornella Punzo, giocatrice e presidente della squadra piemontese: “E’ una vittoria inaspettata: siamo la squadra più giovane e più piccola e onestamente in pochi credevano in questo successo”

1 giugno 2018

ROMA - ASD Sportella B sul tetto d’Italia per la prima volta nella sua storia: è questo il verdetto emerso al termine delle gare di Silvi Marina del 26 e 27 maggio, valide per l’assegnazione del Tricolore a squadre di showdown. A trionfare è stata la formazione piemontese, vittoriosa in finale sui compagni di squadra della ASD Sportella A. Terzo gradino del podio per la Asd Polisportiva Silvano Dani Firenze. In quarta posizione si è piazzata la Asd Noived Napoli davanti all'Asd Campania 90. Sesta la Asd Omero Bergamo.
 
Ornella Punzo è una delle atlete che, in Abruzzo, hanno ottenuto il Tricolore. Tanta la soddisfazione nelle parole della giocatrice e presidente della formazione campione d’Italia: “E’ una vittoria inaspettata: siamo la squadra più giovane e più piccola e onestamente in pochi credevano in questo successo”.
 
“A Silvi Marina abbiamo portato due campioni d’Italia, Piera Folino tra le donne, Rinaldo Massola tra gli uomini, la prima ha giocato con la formazione B, Rinaldo nella A – racconta la Punzo – per una serie di incroci siamo arrivati a giocarci la finale tra di noi, un match in cui tutti davano per favorita la ASD Sportella A. Chi mi conosce e mi vede giocare sa che gioco in un modo tutto mio – spiega - non ho spirito agonistico ma mi diverto e poi ogni tanto, come successo domenica, mi ricordo di essere in gara e allora mi esprimo al meglio. Devo ammettere che sono riuscita a fare quello che ho fatto perché si trattava di una competizione a squadre, con turni di gara meno duri – ammette - se avessi dovuto tenere il ritmo per più tempo forse non ce la avrei fatta: in una competizione del genere sono riuscita a tenere bene la concentrazione. Lo showdown, infatti, è uno sport che richiede molta testa, in cui bisogna concentrarsi su quello che fai tu e quello che fa il tuo avversario. Le partite possono durare anche mezz’ora e se abbassi la guardia un attimo rischi di perdere. Per questo dico che giocare una competizione a squadre per me è meglio, con i compagni di squadra ci si fa coraggio e si scambiano parole di incoraggiamento”.
 
“Siamo nati nel 2014 – prosegue la giocatrice piemontese – nella passata stagione potevamo contare su un allenatore vedente che era anche allenatore nazionale, Claudio Comerro, che quest’anno è venuto a mancare. Ci siamo trovati, quindi, spiazzati, ma ci siamo detti che avremmo provato lo stesso e alla fine abbiamo fatto scintille, visto che quest’anno abbiamo vinto, oltre al titolo a squadre, anche quello individuale maschile e individuale femminile. Domani siamo attesi da una manifestazione promozionale a Lodi – dice ancora la Punzo – per noi è molto importante l’aspetto della promozione perché il nostro è uno sport ancora poco conosciuto. Ad agosto, poi, agli Europei di Varsavia, ci saranno i nostri Massola e Folino: per Rinaldo si tratta della seconda partecipazione a un Europeo dopo quello del 2016, mentre Piera è al suo esordio nella massima rassegna continentale. Sarà dura ma non si sa mai, in fin dei conti entrambi sono reduci dai Pisa Open di Tirrenia, dove si sono piazzati noni su 107 atleti”.
 
La ASD Sportella B campione d’Italia è composta da Ornella Punzo, Piera Folino e Emiliano Garai (giocatore del Pisa in prestito, per l’occasione, alla squadra alessandrina). (a cura del Cip)

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati