SuperAbile







Basket in carrozzina: Cantù terza forza in Europa

I lombardi si confermano sul podio continentale grazie al successo contro i tedeschi del Lahn-Dill. La Coppa Campioni va ai Thuringia Bulls Coach Bergna: “Abbiamo dato il massimo e non abbiamo rimpianti: siamo tra le grandi d’Europa e ci siamo con merito”

10 maggio 2018

ROMA - Ancora un podio europeo per la UnipolSai Briantea 84 Cantù: dopo il secondo posto ottenuto lo scorso anno, la formazione lombarda si conferma tra le prime tre squadre a livello continentale. Ad Amburgo, dove si sono svolte le gare valide per la Final Four di Coppa dei Campioni, i ragazzi di Bergna hanno sconfitto i tedeschi del Lahn-Dill nella finale per il terzo posto, conquistando un prestigioso podio nella più importante competizione per club a livello europeo. Bestia nera, per i brianzoli, ancora una volta gli spagnoli del Club Deportivo Ilunion Madrid, sempre vincitori, nei confronti diretti con Cantù, nelle ultime tre sfide: nel 2014, nel 2017 e in questa edizione. Contro gli iberici la Briantea gioca punto su punto per tre dei quattro parziali ma alla fine finisce 64-71. Non è bastato, questa volta, il cuore e l’orgoglio per avere la meglio sui campioni in carica.
 
Nell’altra semifinale, l’RBS Thuringia Bulls ha fatto suo il derby tedesco contro l’RSV Lahn-Dill con il punteggio di 85 a 47. Senza molta storia la finale per il terzo e quarto posto, che ha opposto Cantù al Lahn-Dill, anche se nei primi due parziali i tedeschi tengono botta. Nel terzo, però, Berdun e compagni impongono il loro ritmo e il vantaggio si allunga da +1 alla fine del primo tempo a +14 al termine del terzo tempo. Negli ultimi dieci minuti il Lahn-Dill prova a rientrare in partita ma Cantù riesce a mantenersi a distanza di sicurezza. Alla fine il tabellone segnerà 72 a 64 per il roster italiano. La finale per l’oro la vince il Thuringia Bulls, che si impone sul Madrid per 74-39, conquistando il titolo europeo per la prima volta nella sua storia. “Non è stato facile veder sfumare la finale proprio all’ultimo momento – ammette coach Bergna – ma contro il Lahn-Dill i ragazzi hanno disputato una grande prova, mettendo da parte la delusione per la semifinale persa”. “Abbiamo dato il massimo e non abbiamo rimpianti – assicura il tecnico – siamo tra le grandi d’Europa e ci siamo con merito”. “Il terzo posto è importante – conclude Bergna – e il prossimo anno promettiamo di essere ancora qui a giocarcela”. (a cura del Cip)

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati