SuperAbile







“Sulla neve insieme si può volare”: a Prali torna lo sci senza barriere

Al via la terza edizione dell'evento, promosso in Val Germanasca dall'associazione “Le ali spiegate”. Il 3 e 4 marzo maestri di sci a disposizione per insegnare sci alpino e nordico, snowbord e pattinaggio a chi ha una disabilità. Quest'anno ci sono anche due nuovi slittini per lo sci alpino

20 febbraio 2018

ROMA – Torna per il terzo anno consecutivo, in Val Germanasca, l'iniziativa ““Sulla neve insieme si può volare”, promossa dall'associazione “Le ali spiegate”: il 3 e 4 marzo, a Prali, i maestri della scuola di sci, in testa l'ex azzurra Elisa Grill, saranno a disposizione per insegnare a chi ha una disabilità sci alpino e nordico, snowboard e pattinaggio. Da quest’anno “Le Ali Spiegate” può contare su due nuovi slittini per lo sci alpino dedicati ai disabili “sitting”, cioè non deambulanti. Durante l’evento si terrà una raccolta di fondi finalizzata all’acquisto di materiale idoneo per un campo scuola riservato ai disabili, con la prospettiva di praticare le attività legate allo sci e alla montagna sul territorio di Prali; il tutto in collaborazione con il Comune, che ha garantito il patrocinio e un contributo.
 
Sci alpino. Per quanto riguarda lo sci alpino, il progetto è rivolto ad adulti e bambini con disabilità sia cognitive che motorie. Per i partecipanti con disabilità cognitive non saranno necessarie particolari attrezzature per lo svolgimento delle lezioni, mentre per quanto riguarda le disabilità motorie occorre un’attrezzatura idonea. Le lezioni nel campo scuola di Prali, servito da un tapis roulant, saranno sia individuali che di gruppo, in base alle capacità motorie dei partecipanti.
 
Sci nordico. Anche per lo sci nordico il progetto è rivolto ad adulti e bambini con disabilità sia cognitive che motorie. Per quanto riguarda le disabilità cognitive è necessaria una valutazione sull’opportunità di lavorare singolarmente o in gruppo e sulle ore da dedicare complessivamente all’attività, in base alla preparazione fisica di base e alle passate esperienze dei partecipanti. I non vedenti saranno dotati di pettorine fluorescenti e seguiti ognuno da un maestro. I sitting potranno sciare con le rispettive carrozzine, gli standing con le protesi.
 
Snowboard e pattinaggio. Il progetto dedicato allo snowboard è rivolto ad adulti e bambini con disabilità cognitive. Sarà anche a disposizione un campetto per il pattinaggio. Per quest’ultima attività è richiesto almeno un accompagnatore al fianco, pur essendo presenti esperti della disciplina e atleti che praticano l’hockey.
 
Il locale Ski Rent Bardour, partner ufficiale dell’evento, sarà il punto di appoggio e ritrovo per tutte le attività. L’affitto degli sci sarà al prezzo agevolato di 5 Euro. I partecipanti all’evento e i loro accompagnatori pernotteranno nella struttura alberghiera del Centro ecumenico valdese “Agape”, dove sabato 3 marzo sono in programma una cena e una serata a tema che contribuiranno all’aggregazione tra i partecipanti. Il pranzo del sabato e della domenica si terranno presso locali del paese che hanno dato la disponibilità ad ospitare l’evento a prezzi convenzionati. Il progetto comprende due giornate, con il ritrovo nella mattinata del sabato e il rientro la domenica dopo le lezioni di sci. È possibile prendere accordi per partecipare anche a una sola delle due giornate. La Fondazione Longo offrirà a ogni sciatore disabile un’ora di lezione di sci gratuita e le ore successive si svolgeranno al prezzo agevolato di 18 Euro. Per informazioni: 340-4085365

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati