SuperAbile







Basket in carrozzina: nella 12a giornata di Serie A, impresa Giulianova contro Cantù

S. Stefano espugna Porto Torres e conquista la vetta della classifica. Successi anche per Roma su Varese e per Gradisca su Bergamo. De Maggi, capitano di Giulianova e della Nazionale Italiana: “Questa vittoria arriva in un momento difficile per noi: è un’iniezione di fiducia per continuare su questa strada in Campionato”

19 febbraio 2018

ROMA - S.Stefano UBI-Banca primo in classifica: è la prima volta nella sua storia che, a due giornate dalla fine della stagione regolare, il roster porto potentino guida la classifica del Campionato di Serie A di basket in carrozzina. Un primato che i ragazzi di coach Ceriscioli si sono guadagnati al termine della quinta giornata del girone di ritorno, che li ha visti trionfare sul campo del GSD Porto Torres e, complice la contemporanea sconfitta della Briantea sul campo di Giulianova, ottenere la testa della classifica.
 
Ad aprire la giornata cestistica proprio la sfida del Palasport Alberto Mura tra Porto Torres e S.Stefano. Un match da ricordare non solo per il primato del quintetto marchigiano ma anche per i 40 punti realizzati da Andrea Giaretti, miglior prestazione di sempre per il genovese, arrivato a Porto Potenza Picena quattro anni fa insieme a Enrico Ghione e Giacomo Tosatto per seguire il progetto di ringiovanimento della squadra del Presidente Ferraresi. Sul campo non c’è stata storia, con i marchigiani che ipotecano il match già nel primo quarto, chiuso sul +17. Sugli scudi, dicevamo, Giaretti, ma anche il solito Mehiaoui (15) e lo spagnolo Ranales Pineiro (10). In casa Porto Torres, buone le prestazioni di Gharibloo (22) e Falchi (13). Alla fine il tabellone farà segnare 90 a 41 per gli ospiti.
 
Se il successo di S.Stefano su Porto Torres era in un certo qual modo annunciato, quello di Giulianova su Cantù è arrivato un po’ a sorpresa, non tanto per le gerarchie tra le due squadre, divise, alla vigilia, da soli 4 punti, quanto per il momento non brillante della formazione abruzzese, eliminata due settimane fa dalle coppe europee e alle prese con il riassetto tecnico dopo l’esonero di coach Malik Abes. Sul campo, la DECO Group Amicacci Giulianova la spunta per un solo punto: 58-57. I padroni di casa partono forte e, trascinati da Galliano Marchionni, chiudono il parziale di apertura avanti di 9. Cantù non ci sta e nel secondo quarto ristabilisce la parità. Nel secondo tempo i due roster combattono punto su punto. Si arriva agli ultimi dieci minuti di gioco con Giulianova avanti di 4, un gap che i campioni d’Italia riescono solo in parte a colmare, perché alla fine, a vincere, è la Amicacci. Top scorer dell’incontro l’abruzzese Simone De Maggi (18), capitano di Giulianova e della Nazionale Italiana. In doppia cifra anche Marchionni (17) e Miceli (14) tra gli abruzzesi, Sagar (14) e Berdun (12) tra i brianzoli.
 
“Una vittoria importante che arriva in un momento molto difficile, per noi, sotto il profilo psicologico – dichiara Simone De Maggi – dopo la trasferta in Spagna e l’eliminazione dalle coppe europee e dopo il cambio di allenatore la squadra stava attraversando un periodo negativo. Incontrare una formazione come Cantù e vincere contro i primi in classifica è qualcosa che ci dà fiducia – sottolinea il capitano abruzzese – la chiave della vittoria è stata la durezza mentale, l’aver tenuto durante tutta la partita”.
“Si sa che contro una formazione come Cantù è difficile recuperare punti e noi siamo stati bravi a gestire il match per tutti i 40 minuti – osserva l’ala-pivot della Amicacci – ora ci attendono tutte partite decisive, sia in Coppa Italia che in campionato, sfide che dovremo affrontare come fossero tutte finali. Erano anni che non si viveva una situazione del genere a poche giornate dalla fine – prosegue De Maggi - un torneo molto equilibrato, spaccato nettamente in due”. Tornando al successo contro Cantù, il capitano assicura: “Questa vittoria ci serve tanto sotto il profilo mentale, è un’iniezione di fiducia per continuare su questa strada in Campionato”.
 
Fondamentale, in chiave salvezza, la vittoria della Pol. Nordest Castlvecchio Gradisca, che davanti al proprio pubblico si impone sullo Special Bergamo Sport Montello per 59 a 49. Primi due parziali caratterizzati da un sostanziale equilibrio, la svolta del match, a favore dei friulani, arriva nel terzo tempo, chiuso dai padroni di casa avanti 41-33. Negli ultimi dieci minuti Gradisca amministra e alla fine porta a casa due punti decisivi per la permanenza nella massima serie.
 
Si conferma terza forza del Campionato la SSD Santa Lucia Roma, che espugna il campo della Cimberio HS Varese con il punteggio di 66 a 38. Fares (19), Cavagnini (16) e Stupenengo (12) trascinano i capitolini verso la vittoria numero 9 in stagione. In doppia cifra, tra i lombardi, De Barros Correia (10) e Silva (10).
 
Risultati 12a giornata
GSD Porto Torres – S. Stefano UBI Banca 41 - 90
DECO Group Amicacci Giulianova – UnipolSai Briantea 84 Cantù 58 - 57
Pol. Nordest Castelvecchio – SBS Montello 59 - 49
Cimberio HS Varese – Santa Lucia Roma 38 – 66

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati