SuperAbile







Basket in carrozzina: prima sfida al vertice nel Campionato Italiano di Serie A

Nel quinto turno Cantù ospita Giulianova. Impegno casalingo per S.Stefano. Nel fine settimana esordio per la Serie B. Cricco, coach di Castelvecchio, reduce dalla sconfitta contro Giulianova: “Abbiamo disputato una buona prova contro una corazzata costruita per vincere il titolo”

1 dicembre 2017

ROMA - Prima sfida al vertice della stagione per la Serie A di basket in carrozzina: sabato 2 dicembre, alle 20.30, il Palasport di Seveso ospita il match valido per la quinta giornata della massima serie tra la UnipolSai Briantea 84 Cantù e la DECO Group Amicacci Giulianova. Entrambi i quintetti, al momento, sono a punteggio pieno, forti di quattro successi su altrettante partite disputate. I campioni d’Italia in carica arrivano a questa sfida dopo la netta affermazione in trasferta sul campo del GSD Porto Torres, mentre gli abruzzesi, nel quarto turno, hanno espugnato il parquet della Polisportiva Nordest Castelvecchio.
 
Se l’incontro tra Cantù e Giulianova chiude il sabato cestistico, ad aprirlo sarà il confronto del PalaPrincipi di Porto Potenza Picena tra il S. Stefano UBI Banca e il Porto Torres. I marchigiani fanno parte, insieme a Briantea e Amicacci, del terzetto ancora imbattuto in questa stagione. Nel quarto turno i verdi porto potentini hanno e convinto in casa della Cimberio HS Varese. Discorso diverso per i sardi, che dopo quattro turni sono ancora alla ricerca della prima affermazione in Campionato. Palla a due a partire dalle 15.30.Alle 17, la SSD Santa Lucia Roma proverà a dare continuità al bel momento di forma ospitando sul campo di Via Ardeatina il Varese. Due i punti a separare, al momento, i due roster (4 per Roma, 2 per la Cimberio). Alle 18, lo Special Bergamo Sport Montello riceve la Polisportiva Nordest Castelvecchio. Gli orobici sono ancora a zero in fatto di vittorie, mentre i friulani, al momento, vantano 2 punti in classifica. Si gioca al Centro Sportivo Italcementi di Bergamo.
 
Castelvecchio è reduce dalla sconfitta contro Giulianova: “Abbiamo disputato una buona prova – dichiara coach Massimiliano Cricco – abbiamo perso ma devo ammettere che abbiamo giocato bene per tutta la partita. Contro una corazzata come Giulianova, costruita per vincere il titolo, abbiamo perso anche per un pizzico di sfortuna – sottolinea il tecnico – con Ambrosetti dolorante dopo un brutto fallo subito, Giro con la carrozzina rotta e il quinto fallo di Gracner quando la partita era ancora in bilico. A ogni modo – conclude Cricco - devo fare i complimenti ai ragazzi”. (a cura del Cip)

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati