SuperAbile







Aperti i Giochi Nazionali Estivi Special Olympics a La Spezia: un inno all'inclusione

Oggi le prime gare per mille atleti con e senza disabilità intellettive provenienti da sette Paesi europei ed eurasiatici. Le gare proseguono fino al 15 giugno. “Games for inclusion” è il claim che accompagna questa XXXIII edizione. Il 14 giugno sarà sugli impianti il ministro dello Sport Luca Lotti

13 giugno 2017

ROMA - "Condividere, credere, riconoscersi in qualcosa di grande, vivere le stesse emozioni, sentirsi uguali pur essendo tutti diversi, comprendere fino in fondo il significato più profondo dell'appartenenza" Queste parole ieri sera, in occasione della Cerimonia di Apertura dei Giochi Nazionali Estivi Special Olympics, a La Spezia, hanno introdotto il momento, come da protocollo olimpico, dell'ingresso delle bandiere e della torcia olimpica che, scortata dalle forze dell'ordine, ha acceso il tripode. Queste parole descrivono bene cosa prova un atleta Special Olympics, quando è al centro di un tale evento sportivo in grado di generare inclusione puntando sulla capacità piuttosto che sul limite, sull'apertura all'altro piuttosto che all'agonismo più sfrontato. Il giuramento dell'atleta "Che io possa vincere, ma se non riuscissi, che io possa tentare con tutte le mie forze", recitato dall'atleta Paolo Strata, a chiusura della cerimonia, ha confermato infine che per ogni atleta in gara, la sfida più importante da vincere è quella verso se stessi. Games for inclusion è il claim che accompagna questa XXXIII edizione e in piazza Europa, ieri sera, si sono riuniti familiari, volontari, sostenitori e i tanti cittadini che hanno atteso questo ritorno con trepidazione. Autorità locali ed artisti del calibro di Fausto Leali, si sono susseguiti sul palco per esprimere il loro sostegno agli atleti Special Olympics.
 
Sempre ieri, nel pomeriggio, si sono svolti i preliminari di Divisioning, importantissimi per stabilire le batterie di gara. Ogni atleta avrà la sua opportunità di vincere misurandosi con altri di pari o simil livello di abilità. Questa è forse la particolarità più evidente che rende il programma sportivo Special Olympics assolutamente unico. Presente in 170 paesi nel mondo dal 1968, anno in cui fu fondato per la prima volta in America dalla famiglia Kennedy oggi è una realtà, un'opportunità sportiva per tutte le persone con disabilità intellettiva.
 
Circa mille atleti a La Spezia, con e senza disabilità intellettiva provenienti da sette Paesi europei ed eurasiatici da oggi, e fino al 15 giugno, si sfidano in gare tradizionali e unificate (atleti con e senza disabilità intellettiva giocano insieme nella stessa squadra) nelle seguenti discipline: calcio, basket, ginnastica artistica e ritmica e badminton. Parallelamente alle gare si svolgono i programmi sportivi non competitivi dello YAP (Young Athletes Program), programma innovativo di gioco e attività motoria per bambini fino agli 8 anni d'età e MATP (Motor Activity Training Program) programma di allenamento studiato per bambini ed adulti con disabilità intellettive gravi e gravissime e disabilità fisiche e/o sensoriali con associata una disabilità intellettiva.Tutti gli atleti hanno inoltre la possibilità di sottoporsi ad esami medici gratuiti nell’ambito del Programma Salute promosso da Special Olympics che vede l’attuazione di specifici protocolli di accoglienza, prevenzione e diagnosi per persone con disabilità intellettiva ed il coinvolgimento di centinaia di volontari clinici.
 
Grazie al fortunato processo di sensibilizzazione svolto in tutte le scuole del territorio, più di 800 giovani sono stati coinvolti nell'evento in qualità di volontari. Una risposta chiara e decisa ai tanti episodi di bullismo ed emarginazione ancora oggi presenti, un ulteriore passo in avanti verso un futuro migliore.
 
Il ministro dello Sport, Luca Lotti, sarà presente domani, mercoledì 14 giugno dalle ore 15 alle ore 17.00, sugli impianti gara.
 
I Giochi Nazionali Estivi 2017, quest'anno suddivisi in tre differenti località in relazione alle diverse discipline sportive proposte con un coinvolgimento di 17 paesi stranieri, hanno preso il via dal 10 al 14 maggio scorso a Terni e Narni (circa 1000 atleti nelle discipline sportive dell'atletica, canottaggio, golf, indoor rowing, nuoto e tennis) e si concluderanno, dopo La Spezia, a Biella che, dal 3 all'8 luglio, vedrà gareggiare 1400 atleti nelle discipline sportive delle bocce, bowling, equitazione, nuoto, nuoto in acque aperte, pallavolo, rugby e vela.
 

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati