SuperAbile







Basket in carrozzina, c’è la finale scudetto: gara 1 a Porto Torres.

Si decide lo scudetto del basket 2017. Parte la sfida, al meglio delle tre gare, fra Gsd Porto Torres e Briantea Cantù: il primo incontro si gioca in Sardegna, con diretta tv su RaiSport

12 maggio 2017

ROMA - Si parte, da sabato 13 maggio via alla serie di finali scudetto, che sarà assegnato al meglio delle tre gare tra le due candidate, Briantea 84, campione uscente,vincitrice della Coppa Italia e vice campione d’Europa al termine della recente Champions Cup e Porto Torres, imbattuta nella stagione regolare e ormai contendente fissa della canturina nelle sfide che contano, Campionato a parte. Accese per l’occasione le telecamere di Raisport, che seguirà la serie attraverso il commento tecnico di Lorenzo Roata. Contro di loro, hanno perso la Coppa Italia. Grande assente di questo finale caldissimo, come sono sempre le finali scudetto del basket in carrozzina, il Santa lucia che per la prima volta dopo oltre vent’anni ha fallito l’accesso ai Playoff. Se Cantù dovesse centrare l’obiettivo, questo sarebbe il sesto scudetto della sua storia, ma c’è da scommettere che Porto Torres darà caccia senza esclusione di colpi al suo primo, eventuale, scudetto.
 
Tra le curiosità di questa sfida tra campionissimi del basket in carrozzina il fatto che scenderanno in campo quattro atleti recentemente convocati da coach Carlo Di Giusto per gli Europei di Tenerife del prossimo giugno (19 giugno – 1 luglio), tutti e quattro della UnipolSai Briantea 84 Cantù: Filippo Carossino (neo capitano azzurro), Francesco Santorelli, Ahmed Raourahi e Giulio Maria Papi.
 
Tra le fila del GSD Porto Torres figura invece il capitano della Nazionale Under 23, che dal 6 giugno si giocherà i Campionati del Mondo di Toronto: si tratta di Dario Di Francesco. I convocati saranno resi noti lunedì 15 maggio. Una contro l’altra in queste finali Laura Morato (Briantea 84 Cantù) e Beatrice Sorina Ion (GSD Porto Torres). Entrambe ex Santa Lucia, a gennaio hanno partecipato agli Europei Under 22 di Lignano Sabbiadoro che hanno dato la qualificazione ai Mondiali di Toronto all’Italia.
 
La prima sfida sarà al Palazzetto dello Sport Alberto Mura di Porto Torres. Gara 2 è in programma domenica 21 maggio nell’inedito teatro del Palazzetto dello Sport di Desio.
 
Il GSD Porto Torres, come detto, giunge da imbattuto in campionato a questa finale, la prima della propria storia: sedici vittorie su sedici partite giocate in stagione regolare, più il doppio successo in semifinale contro la DECO Group Amicacci Giulianova, ma sconfitta in finale di Coppa Italia (proprio contro la Briantea 84 Cantù) e mancata qualificazione alla FinalFour di Champions Cup. La UnipolSai Briantea 84 Cantù è reduce da una prestigiosa finale di Champions giocata la scorsa settimana a Tenerife e persa contro i campioni d’Europa in carica dell’Ilunion Madrid; inoltre ha già messo in bacheca quest’anno Coppa Italia e Supercoppa Italiana contro il Santa Lucia Roma, appendice della stagione scorsa.
 
Gara uno di finale Scudetto verrà trasmessa in diretta da Rai Sport a partire dalle ore 18, con cronaca di Lorenzo Roata e commento tecnico del Responsabile delle Nazionali azzurre ed ex coach del GSD Porto Torres (lasciato a stagione in corso) Carlo Di Giusto. Arbitra la terna composta da Roja, Di Paolo e Zamponi. (a cura del Cip)
 
LE SQUADRE

UNIPOLSAI BRIANTEA 84 CANTU’

Campione d’Italia in carica e detentrice della Coppa Italia, fresca vice campione d’Europa: rafforzata da un mercato estivo che ha portato in Brianza Ahmed Raourahi, Adolfo Damian Berdun, Laura Morato e Giulio Maria Papi, al fronte della partenza del britannico GazChoudhry.
Miglior attacco (77.3 punti) e migliore difesa (47.4 punti) della Serie A.
Ogni vittoria in stagione regolare è arrivata con uno scarto pari o superiore ai 18 punti.
Sei italiani in rosa, età media 27.6
Allenatore: Marco BERGNA.
Palmares: 5 Scudetti, 4 Coppe Italia, 2 Supercoppa, 3 VergauwenCup, 1 BrinkmannCup.
 
GSD PORTO TORRES
Capolista imbattuta in Serie A, capace di inanellare 16 successi consecutivi, comprese le due prestigiose vittorie contro la UnipolSai Briantea 84 Cantù. Finalista in Coppa Italia e arrivata fino ai quarti di finale di Champions Cup.
All’inizio di febbraio il cambio in panchina, con le dimissioni di Carlo Di Giusto, sostituito dalla coppia Sene Amadou Lamine e Sara Cappellini (di ritorno).
Nonostante il percorso netto in Serie A, ha solo la quarta migliore difesa del torneo (57.3 punti concessi di media), a fronte del secondo migliore attacco (74.8 punti).
Nove italiani nel roster, età media 32.6.
Allenatore: Sene AmadouLAMINE
Palmares: 1 VergauwenCup, 1 BrinkmannCup
 

MIGLIORI MARCATORI STAGIONALI IMPEGNATI IN FINALE SCUDETTO

Matt Scott, GSD Porto Torres (24.4)
George Bates, GSD Porto Torres (21.2)
Brian Bell, Briantea 84 (15.0)
Jordi Jordan Ruiz, Briantea 84 (14.7)
Philip Pratt, GSD Porto Torres (11.7)
Ian Sagar, Briantea 84 (11.9)
Adolfo Damian Berdun, Briantea 84 (11.5)
Filippo Carossino, Briantea 84 (8.5)
Giulio Maria Papi, Briantea 84 (7.7)
Fabio Raimondi, GSDPorto Torres (7.2)
Ahmed Raourahi, Briantea 84(4.0)
Francesco Santorelli, Briantea 84 (3.9)
 

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati