SuperAbile







Mondiali sci alpino, Bertagnolli e Casal vanno a bronzo nel superG

I due atleti conquistano la prima medaglia azzurra ai mondiali di sci alpino paralimpico del Tarvisio. Per i due trentini, terzo gradino del podio nel Super G. Berganolli: "Sapevamo che potevamo far bene e siamo riusciti a dare il meglio di noi". Casal: "Dedichiamo questa medaglia ai nostri connazionali colpiti dal terremoto"

26 gennaio 2017

ROMA - Prima medaglia, per l'Italia, ai Mondiali di sci alpino del Tarvisio. Giacomo Bertagnolli e Fabrizio Casal, gli azzurri più attesi dell'intera spedizione italiana, non hanno tradito le aspettative della vigilia e hanno portato a casa la medaglia di bronzo nel Super-G di categoria non vedenti.
 
1:05.82 il tempo fatto segnare dagli sciatori trentini, un crono che è valso a Bertagnolli e Casal il terzo gradino del podio alle spalle dei canadesi Mac Marcoux e Jack Leitch (1:04.22) e degli slovacchi Jakub Krako e Branislav Brozman (1:05.22).
 
Dopo il quinto posto ottenuto nella prova di discesa libera all'esordio Mondiale, per gli azzurri è arrivata la prima medaglia iridata della loro carriera: "Un'emozione indescrivibile - esordisce Giacomo Bertagnolli - ci siamo divertiti, questo Super G era veloce ma allo stesso tempo molto tecnico". "Sapevamo che potevamo far bene e siamo riusciti a dare il meglio di noi - prosegue il 18enne trentino - mi dispiace per la caduta di Santacana, un episodio che senza dubbio ci ha favorito, anche se alla partenza non ci abbiamo proprio pensato". Un bronzo con una dedica particolare nelle parole di Fabrizio Casal: "Vorremmo dedicare questa medaglia ai nostri connazionali che sono stati colpiti dal terremoto, persone che stanno affrontando, in questo periodo, problemi enormi".
 
Per quanto riguarda gli altri azzurri in gara, sesto tempo per Melania Corradini tra gli standing. L'azzurra ha sciato in 1:13.65. Oro alla francese Bochet (1:98.92), argento alla canadese Ramsay (1:09.39), bronzo alla tedesca Rothfuss (1:10.93). "Bellissimo gareggiare in casa - ammette Melania - mi sarebbe piaciuto aver provato di più la pista ma un po' la mancanza di tempo e un po' la mancanza di neve non me l'hanno permesso". "Era la prima gara e mi sentivo un po' agitata - aggiunge la Corradini - ho saltato due Mondiali ed era un po' di tempo che non tornavo ad affrontare un Super G a questi livelli".
 
Nella gara riservata agli standing uomini, 23esimo tempo per Davide Bendotti (1:16.18). La vittoria è andata all'austriaco Salcher (1:03.88), secondo e terzo posto, rispettivamente, per il francese Bauchet (1:04.09) e per l'olandese Stuut (1:04.65). "Ci ho provato e son contento di aver rotto il ghiaccio - commenta Bendotti - peccato, avrei potuto dare di più ma punto allo slalom, dove cercherò di dare il tutto per tutto". Tra i sitting, Danilo Rossi e Alessandro Varotto non hanno terminato la gara. Oro allo svizzero Kunz (1:04.35), argento al neozelandese Peters (1:05.05), bronzo allo statunitense Kurka (1:05.08). (a cura del Cip)
 

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati