SuperAbile







Il ministro Lotti: lo sport paralimpico è una mia priorità

Il mondo dello sport paralimpico è "un'altra priorità del mio mandato: deve diventare uno strumento di emancipazione e autonomia, soprattutto nelle scuole: il paralimpismo lo dimostra tutti i giorni". Così il ministro dello Sport, Luca Lotti

24 gennaio 2017

ROMA - Il mondo dello sport paralimpico è “un'altra priorità del mio mandato: deve diventare uno strumento di emancipazione e autonomia, soprattutto nelle scuole: il paralimpismo lo dimostra tutti i giorni". Così il ministro dello Sport, Luca Lotti, parlando del suo programma alle commissioni congiunte Cultura e Sport di Camera e Senato.
 
A questo proposito "è mia intenzione lavorare a un progetto comune in stretto contatto con il Comitato italiano paralimpico perché ogni persona possa avere la possibilità di superare i limiti della propria disabilità attraverso lo sport. Per questo, prosegue Lotti, la volontà e' quella di "rafforzare e creare nuove collaborazioni tra le unita' spinali degli ospedali e le società sportive paralimpiche".
 
"Approveremo nei prossimi giorni, in Consiglio dei ministri, il decreto legislativo che trasforma definitivamente il Comitato italiano paralimpico in un ente pubblico a tutti gli effetti, garantendogli una dignità istituzionale senza eguali e un finanziamento annuale diretto". E' quanto annuncia il ministro dello Sport.
 

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati