SuperAbile






In Salute e ricerca

Notizie


Toscana, i palazzi della Regione illuminati per sensibilizzare sul cancro alla cervice uterina

La consigliera Spadi: “Necessario sensibilizzare contro una delle malattie più pericolose per le donne”

15 ottobre 2021

FIRENZE - Sensibilizzare i cittadini toscani, e soprattutto i più giovani, alla prevenzione del cancro alla cervice uterina, è l’obiettivo della mozione approvata dal Consiglio regionale della Toscana presentata dalla consigliera Donatella Spadi (Pd). Il 17 novembre, in occasione del primo anniversario della Strategia globale per l’eliminazione del cancro della cervice uterina lanciata dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, i palazzi del Consiglio e della Giunta regionale della Toscana saranno illuminati con il colore teal, assunto a simbolo della sensibilizzazione sul cancro cervicale. 

«Dobbiamo sensibilizzare le persone su quella che è una delle malattie più pericolose per le donne che solo nel 2020 ha colpito 2400 donne in tutto il Paese e per la maggior parte in età compresa tra i 35 e i 55 anni – spiega Donatella Spadi (Pd), prima firmataria della mozione – La pandemia ha sospeso o rallentato molte azioni messe in campo per occuparci di malattie che non fossero covid-correlate, ma adesso è il momento di ripartire con le giuste misure di sensibilizzazione e prevenzione. Il tumore del cancro della cervice può essere eliminato se noi vacciniamo i giovani adolescenti contro l’HPV». 

«L’OMS in occasione per il 17 novembre 2021 ha richiesto alle istituzioni pubbliche di sostenere la causa illuminando con il colore teal monumenti ed edifici pubblici di particolare rilievo, al fine di sensibilizzare l’opinione pubblica su questa patologia - aggiunge la consigliera Spadi - La Toscana anche questa volta sarà all’avanguardia e credo sarebbe un bel segnale se anche i nostri Comuni aderissero illuminando i monumenti e gli edifici pubblici. Ovviamente al fianco di questa iniziativa ci impegneremo a sensibilizzare e informare l’opinione pubblica anche con altre forme. Dobbiamo tenere alta l’attenzione su una malattia che rappresenta una delle prime cause di morte per neoplasia ginecologica».

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati