SuperAbile






In Salute e ricerca

Notizie


Supporto empatico e medico per le famiglie dei malati di Alzheimer

Fatebenefratelli di San Maurizio Canavese: “Da oltre 10 anni forniamo un servizio di gestione parentale, dando un supporto ai familiari dei malati di Alzheimer. In pochi sanno come affrontare la malattia dei propri cari, come stargli accanto, come alimentarli, cambiarli o gestire i disturbi comportamentali”

21 settembre 2020

ROMA - Anche quest’ anno, in occasione della giornata mondiale dell’Alzheimer (21 settembre), il Presidio Riabilitativo Beata Vergine della Consolata “Fatebenefratelli” di San Maurizio Canavese (Torino), in collaborazione con l’Associazione Alzheimer Piemonte, offrirà il supporto clinico ed empatico ai parenti dei malati. L’incontro con le famiglie, nel rispetto delle norme dettate dal Governo in materia di sicurezza per il Coronavirus, si terrà presso la sede dell’Associazione Alzheimer Piemonte di via Bellezia dalle ore 9:00 sino alle ore 17:00.

 «Da oltre 10 anni forniamo un servizio di gestione parentale, dando un supporto ai familiari dei malati di Alzheimer. In pochi sanno come affrontare la malattia dei propri cari, come stargli accanto, come alimentarli, cambiarli o gestire i disturbi comportamentali. Nel nostro personale medico la famiglia trova una guida che li ascolta e li aiuta»- spiega il dottor Piero Secreto, direttore di struttura complessa geriatria/ unità operativa Alzheimer del Presidio Riabilitativo Beata Vergine della Consolata “Fatebenefratelli” di San Maurizio Canavese.

Anche ai tempi di Covid 19 i pazienti non sono mai stati abbandonati. È stato infatti allestito all’interno della struttura ( 42 posti letto per i pazienti ad alta complessità assistenziale, 23 nel day hospital per la riattivazione cognitiva e 20 posti in ambulatorio) un reparto “Covid Alzheimer” per garantire ad ogni malato tutte le cure riabilitative di cui necessitava. «Siamo stati tra i pochi presidi della regione ad aver avuto il nostro personale medico e assistenziale al completo, che con abnegazione ha dedicato ogni attenzione ai pazienti» racconta il dottor Secreto.

L’Ordine Ospedaliero di San Giovanni di Dio FATEBENEFRATELLI (www.fatebenefratelli.it) è presente in 50 paesi dei 5 continenti, con circa 400 opere apostoliche. La Provincia Lombardo Veneta, essendo parte di questa grande comunità ospedaliera, realizza la propria vocazione religiosa dedicandosi al servizio della Chiesa prestando, senza scopo di lucro, attività sanitarie ed assistenziali in particolare nei confronti di malati e bisognosi. La mission della PLV è in primo luogo l’ospitalità realizzata attraverso interventi appropriati di prevenzione, promozione della salute, cura e riabilitazione, che garantiscano ad ogni utente la cura più adeguata al proprio bisogno di salute, in una logica di corretto ed economico uso delle risorse. La PLV esplica la propria attività assistenziale in 4 contesti regionali differenti (Piemonte, Lombardia, Veneto e Friuli Venezia Giulia), attraverso 9 strutture sanitarie/socio-sanitarie accreditate presso il SSN per 2192 posti letto complessivi. I Fatebenefratelli, sulle orme del loro fondatore San Giovanni di Dio, si impegnano a garantire un’assistenza integrale, che pertanto consideri e abbracci tutte le dimensioni della persona umana: fisica, psichica, sociale e spirituale. Tale assistenza umanizzata viene agita ogni giorno grazie alla compartecipazione alla missione da parte dei Fatebenefratelli e dei circa 2200 collaboratori assunti a vario titolo all’interno della Provincia Lombardo Veneta.

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati