SuperAbile






In Salute e ricerca

Notizie


Binetti: ok da maggioranza ma poi stoppa fumo all'aperto

La senatrice: "Ci sono dei comportamenti schizofrenici che non possono non colpire e sorprendere nell'attuale maggioranza”

24 gennaio 2020

ROMA - "Ci sono dei comportamenti schizofrenici che non possono non colpire e sorprendere nell'attuale maggioranza. Alla Camera, a grande maggioranza Pd-M5S-LEU, hanno presentato un emendamento per legalizzare e liberalizzare uso e consumo di Cannabis. Ci avevano già provato in Senato con la legge di Bilancio e ci riprovano ora con la legge Milleproroghe".
Lo afferma la senatrice Paola Binetti (UDC), che aggiunge: "Una vera fissazione che non tiene in nessun conto i dati drammatici contenuti nell'ultima relazione al Parlamento del Dipartimento per le politiche antidroga, che è sotto il controllo diretto della Presidenza del Consiglio. Ma evidentemente questa maggioranza, troppo presa dalle grane interne, non segue neppure la cronaca, che ogni giorno ci consegna la notizia di gravi incidenti stradali, in cui sono coinvolte persone positive all'alcol e alle droghe. Sembra che su tutto si possa discutere, su tutto si possa minacciare la rottura degli accordi per arrivare ad un compromesso, ma su uso e abuso di droghe no. Lì tutti compatti, a cominciare dal presidente Fico, a voler liberalizzare la cannabis, che rappresenta il passaporto per entrare in pieno nel mondo della dipendenza. E questo nonostante il Dipartimento per le politiche antidroga abbia pubblicato pochi mesi fa un avviso per la selezione di progetti mirati ad attivare interventi che favoriscano il recupero integrale e il reinserimento sociale e lavorativo di persone tossicodipendenti che abbiano seguito un percorso riabilitativo... Lavorare sul recupero rinunciando alla prevenzione è quanto meno un messaggio ambiguo e fortemente contraddittorio".
 
"Ancor più sorprendente poi- continua Binetti- è il ddl appena presentato, sempre alla Camera, per stoppare il fumo all'aperto, comprese banchine dei treni, luoghi vicini a monumenti storici ed artistici, ecc. Si vede che il fumo nuoce gravemente alla salute delle nostre statue ma non a quella delle persone, alle quali si offre l'opportunità di fumare tutta la cannabis che vogliono, escludendo però gli spazi urbani aperti. Il 2 dicembre scorso ho presentato una interrogazione al ministro della salute in merito ai danni da fumo per quanto riguarda sia le cosiddette sigarette elettroniche che quelle che usano tabacco riscaldato".
 
"Una vulgata messa in giro da Marlboro e Philips-Morris sostiene che questo tipo di fumo faccia meno male per cui godono di uno scandaloso regime fiscale. Peccato non aver chiesto al ministro se anche fumare Cannabis facesse o non facesse male e che tipo di fiscalità intende applicare all'uso-abuso di cannabis e derivati. E sul ripristino di una fiscalità forte ho incentrato il ddl che anche io ho presentato in Senato, spero in un clima di maggiore coerenza culturale, economica e valoriale", termina Binetti.

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati