SuperAbile






In Salute e ricerca

Notizie


Abruzzo, ecco progetto di legge della Lega sulla fibromialgia

Si punta ad una approvazione rapida per garantire assistenza e supporto, anche finanziario, a chi soffre di questa malattia nell'attesa che venga riconosciuta come malattia invalidante dal Governo nazionale

22 gennaio 2020

PESCARA - La proposta di legge arriverà in commissione sanità del Consiglio regionale abruzzese già questa settimana e l'obiettivo è di arrivare all'approvazione nel minor tempo possibile così da garantire assistenza e supporto, anche finanziario, a chi soffre di fibromialgia nell'attesa che venga riconosciuta come malattia invalidante dal Governo nazionale garantendosi così l'accesso ai Lea (Livelli essenziali di assistenza). Ad illustrarla questa mattina a Pescara nella sala Corradino D'Ascanio della Regione i suoi firmatari, i consiglieri regionali della Lega Vincenzo D'Incecco e Mario Quaglieri, quest'ultimo anche presidente della commissione sanità. Diversi gli obiettivi che il progetto di legge si propone, ha spiegato D'Incecco: avviare la ricognizione dell'incidenza della fibromialgia sul territorio attraverso la creazione di un Registro regionale; l'istituzione di un Comitato scientifico permanente che definisca le linee guida per il percorsi diagnostico-terapeutico; la nascita di un Centro di riferimento e specializzazione regionale per coordinare il sistema integrato di prevenzione, diagnosi e cura della fibromialgia. Entro due anni la stesura di una relazione "sull'avanzamento della malattia - aggiunge D'Incecco - e potenzialmente utile anche a valutare quanto possa costare intervenire per dare delle risposte concrete anche dal punto di vista finanziario a chi ne soffre, in attesa che il Governo la riconosca e la inserisca nei Lea".
 
Sulle polemiche sollevate dal consigliere regionale Antonio Blasioli (Pd) per un progetto di legge arrivato dopo la presentazione non solo della sua mozione, ma anche di quella del capogruppo FdI Guerino Testa che lo ha spinto a parlare di "ping pong imbarazzante" tra le forze politiche di centrodestra che rischia di "trasformare le speranze dei malati di fibromialgia in una guerra interna alla maggioranza", il consigliere della Lega aggiunge: "non c’è nessun tipo di polemica. Penso che il percorso reale si incardini attraverso un progetto di legge. È l'unica cosa che può dare concretezza. Fino ad oggi aggiunge - evidentemente nel precedente Governo regionale il problema non è stato affrontato con sufficiente interesse, ora c’è quindi ben venga. Questo progetto di legge che può sempre essere emendato con le proposte di altri consiglieri regionali". Per Quaglieri la proposta avanzata "testimonia la vicinanza del Consiglio ai cittadini". Da parte sua l'impegno affinché arrivi subito nella Commissione sanità da lui presieduta e, di conseguenza, all'approvazione dato che per "la strutturazione - conclude - ci vorrà tempo".

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati