SuperAbile






In Salute e ricerca

Notizie


Influenza, la Lombardia aumenta i posti in ospedale

La regione stanzia 4 milioni per rispondere in modo adeguato alle patologie legate all'influenza e alle variazioni climatiche, "No al rischio di sovraffollamento delle corsie"

11 dicembre 2019

ROMA - "Abbiamo stanziato quattro milioni di euro per aumentare, fino al 30 marzo prossimo, il numero dei posti letto negli ospedali lombardi e rispondere in modo adeguato alle patologie legate all'influenza e alle variazioni climatiche". Lo affermano il presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana, e l'assessore al Welfare, Giulio Gallera. La decisione è "un atto di attenzione specifico e particolare- sottolinea Fontana- soprattutto nei confronti dei cittadini più fragili, per i quali una semplice influenza potrebbe determinare conseguenze più serie. I nostri ospedali potranno prendersi cura di queste persone, rassicurarle e fornire l'assistenza di cui necessitano". Lo stanziamento straordinario, spiega Gallera, "riguarda soprattutto le strutture di Pronto soccorso e garantisce la possibilità di accogliere un maggior numero di pazienti in stato di ricovero nei vari reparti o di osservazione temporanea". Si tratta, precisa, "di una risposta concreta al rischio di sovraffollamento delle corsie. Le risorse sono state suddivise per Ats e verranno destinate agli ospedali in base ai singoli progetti presentati. Progetti che devono indicare in modo esplicito il numero dei nuovi posti letto temporanei a disposizione per patologie climatiche e influenzali".
 
Gallera si sofferma inoltre sull'andamento della campagna di vaccinazione antinfluenzale, che quest'anno prevede la distribuzione diretta delle dosi vaccinali ai medici di base attraverso le farmacie: "Abbiamo finora distribuito ai medici di medicina generale ben 1,2 milioni di vaccini, la maggior parte dei quali già somministrati ai cittadini, con un'attenzione particolare agli over 65, alle donne gravide e ai soggetti più esposti, come, per esempio, gli operatori sanitari".

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati