SuperAbile






In Salute e ricerca

Notizie


Nel 2019 record di richiesta farmaci gratuiti

Rapporto del Banco Farmaceutico. Superato il milione di confezioni richieste dagli enti caritativi. 473mila le persone che ne hanno beneficiato. Oltre 12 milioni di persone hanno rinunciato a visite mediche per motivi economici

7 dicembre 2019

MILANO - Nei primi nove mesi di quest'anno 473mila persone si sono ritrovate nella situazione di non avere soldi per comprare un farmaco e per questo si sono rivolte ad un ente caritativo. E sempre quest'anno si è registrato il picco di richieste di farmaci, oltre un milione di confezioni, richieste da questi enti al Banco Farmaceutico, che ha presentato nei giorni scorsi a Milano il settimo rapporto sulla povertà sanitaria, dal titolo "Donare per curare". C'è bisogno di farmaci per il sistema nervoso (18,6% delle richieste), per il tratto alimentare e metabolico (15,2%), per l'apparato muscolo-scheletrico (14,5%) e per l'apparato respiratorio (10,4%).


Nel rapporto sono presenti anche i dati Istat rielaborati per focalizzare meglio la condizione delle famiglie italiane alle prese con farmaci e visite mediche. Nel 2017, ultimo anno con dati disponibili, circa 12,6 milioni di persone hanno limitato almeno una volta, per ragioni economiche, di fare una visita o di acquistare un medicinale. In particolare questo taglio al budget ha riguardato il 40,6% delle famiglie povere con figli. In media ogni persona spende 816 euro all'anno, ma nelle fasce di povertà assoluta si aggira a solo 128 euro. E il dentista è diventato un miraggio per le famiglie italiane in difficoltà economiche: Banco Farmaceutico ha calcolato che spendono in media 2,19 euro al mese, contro i 31,16 euro del resto della popolazione.


Per chi è povero e ha bisogno di farmaci la soluzione spesso è quella di rivolgersi a uno dei 1.844 enti convenzionati con il Banco Farmaceutico. Quest'ultimo ha raccolto in totale, nei primi nove mesi del 2019, 1,3 milioni di confezioni di farmaci (in crescita dopo il calo dell'anno precedente): 422mila in occasione della Giornata nazionale di raccolta, 777mila dalle aziende del settore e 150mila grazie al recupero, tramite le farmacie, dei farmaci ancora validi e integri, presenti nelle case degli italiani e inutilizzati. Il valore complessivo delle confezioni raccolte è di oltre 14 milioni di euro.

di Dario Paladini

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati