SuperAbile






In Salute e ricerca

Notizie


Prevenzione e riabilitazione delle patologie grazie alla danza

La VI edizione del Convegno nazionale e Gala premio Madss si svolgerà sabato 23 novembre a Salerno con un focus sul ruolo del maestro di danza e le conseguenze patologiche degli errori tecnici di danza

18 novembre 2019

ROMA - La VI edizione del Convegno Nazionale e Gala Premio Madss, Medicina, Arte, Danza, Spettacolo e Scienza si svolgerà sabato 23 novembre a Salerno al Teatro Augusteo di piazza Amendola Giovanni 3, dove Danza e Scienza si incontreranno su un unico palcoscenico. Un prestigioso appuntamento firmato Madss che nasce da un'idea di due professioniste del settore: la dottoressa Annamaria Salzano e la sua collega, la dottoressa Fabiana Camuso. Focus di questa edizione: 'Il ruolo del maestro di danza: conseguenze patologiche degli errori tecnici di danza e patologie strutturali limitanti la carriera dell'allievo’.
 
Alle ore 9 si inizia con il Convegno Internazionale Madss, che ad oggi rappresenta nel panorama italiano una vera e propria innovazione e sarà aperto dal presidente scientifico Foad Aodi membro Gdl Salute Globale della Fnomceo, fondatore dell'Associazione medici di Origine straniera in Italia (Amsi).
 
Proprio a Foad Aodi, per la sua lunga esperienza professionale nelle branche di fisiatria, ortopedia e mesoterapia antalgica, è stato affidato il compito a Roma di presentare il #ProtocolloAodi per la prevenzione e la riabilitazione delle patologie vertebrali, articolare e quelli più frequenti nella danza.
 
"Parlare di medicina della danza significa salvaguardare la salute del ballerino, la danza è una disciplina in cui il movimento corporeo è l'arte stessa- spiega Aodi- grazie al ruolo dei movimenti compiuti da bacino, piede e rachide, la danza, può migliorare alcuni atteggiamenti errati del piede (come il piede piatto) e della colonna (paramorfismo, scoliosi…)".
 
"La danza classica professionale è usurante se svolta senza adeguato riposo, senza la corretta tecnica e se non si è preparati atleticamente- aggiunge- le patologie più frequenti nelle ballerine sono per di più a carico degli arti inferiori, mentre nei maschi è interessata maggiormente la colonna a causa della loro necessaria specializzazione nella tecnica del salto. A livello amatoriale invece, gli errori maggiori sono legati alle scarse conoscenze della biomeccanica e della fisiologia. Come già asserito, le patologie più comuni nelle ballerine sono quelle a carico degli arti inferiori. Rientrano in questa categoria anche tutti i disturbi e quelle patologie che affliggono direttamente il piede a seguito di un assiduo uso delle punte. A livello del piede possiamo riscontrare due gruppi di patologie dermatologiche e ortopediche-traumatologiche. Nel primo raggruppamento rientrano: vesciche, bolle, calli, duroni, onicopatie: nel secondo gruppo Patologie articolare e tendinei del piede e della caviglia compreso la fascite plantare".
 
"Per quanto riguarda l'importanza della postura globale e le patologie del piede bisogna intensificare la prevenzione e la diagnosi precoce- conclude il presidente- la lombalgia è la patologia vertebrale più frequente nei danzatori e grazie all'avanzamento della riabilitazione e il #ProtocolloAodi che applichiamo presso le nostre strutture a Roma con Mesoterapia Antalgica a giorni alterni con Tecar terapia, Onde D'urto o Laser terapia, siamo arrivati ad una guarigione nella maggior parte dei casi del 90% senza ricorrere all'intervento chirurgico in particolare nelle patologie discale, alluce valgo, tendinopatie, fascite plantare e patologie articolare".

L'evento, che vanta numerosi patrocini, è accreditato dal Ministero della Salute e rilascia 9 ECM per le Professioni Sanitarie.

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati