SuperAbile






In Salute e ricerca

Notizie


Meno dolore, 'pompa’ ibrida migliora las qualità della vita

Contrastare il dolore cronico attraverso l'impianto di un super dispositivo per l'infusione dei farmaci che non necessita di sostituzione. Il primo impianto in Emilia-Romagna è stato attuato dall'equipe del centro hub regionale di terapia antalgica dell'Ausl di Modena

16 novembre 2019

ROMA - Contrastare il dolore cronico attraverso l'impianto di un super dispositivo per l'infusione dei farmaci che non necessita di sostituzione, con l'obiettivo di "un netto miglioramento della qualità di vita del paziente evitando ulteriori interventi chirurgici". Si tratta del primo impianto di questo dispositivo in Emilia-Romagna e ad occuparsene è stata l'equipe del centro hub regionale di terapia antalgica dell'Ausl di Modena, diretto da Cristina Mastronicola, in collaborazione con Massimo Beghi dell'unità operativa complessa di chirurgia generale dell'ospedale Ramazzini di Carpi. L'intervento è stato eseguito in questi giorni all'ospedale di Baggiovara: il nuovo dispositivo di infusione farmacologica è stato applicato ad una paziente di 51 anni colpita da una grave sindrome della muscolatura degli arti inferiori, caratterizzata da dolore invalidante.
 
L'intervento chirurgico ha consentito di inserire a livello del midollo spinale un sottile catetere in silicone, collegato ad un dispositivo di infusione che rilascia dosi precise di farmaco. Il tutto a dosaggi mirati sensibilmente inferiori rispetto a quelli che sarebbero necessari se assunti per altre vie, riducendo quindi, al contempo, la comparsa di possibili effetti avversi. L'equipe modenese ha quindi optato per l'impianto di una pompa 'ibrida’ particolarmente innovativa, perché in grado di operare in modalità sia programmabile sia meccanica.

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati