SuperAbile






In Salute e ricerca

Notizie


A Treviso il laboratorio di microbiologia più innovativo d'Italia

E’ stato inaugurato dall’assessore regionale alla sanità Manuela Lanzarin all'ospedale Ca'Foncello, insieme a una nuova sala per il travaglio e il parto in acqua

22 ottobre 2019

VENEZIA - È l'ospedale Ca'Foncello di Treviso il primo esempio in Italia di riorganizzazione dei laboratori di microbiologia. Lo annuncia oggi l'assessore regionale alla sanità Manuela Lanzarin, inaugurando il nuovo laboratorio e una nuova sala per il travaglio e il parto in acqua. La riorganizzazione del laboratorio di microbiologia consente oggi di "accorpare le attività svolte, in passato, dai laboratori di nove ospedali", e così facendo "aumentare la qualità dei risultati, accorciare i tempi di risposta, permettere la rintracciabilità di tutto il processo analitico, controllare i flussi lavorativi e accorpare le diverse diagnostiche, oggi replicate su più ospedali, standardizzando i metodi e sfruttando economie di scala", spiega una nota stampa dell'assessore. Il progetto prevede l'utilizzo di un software, realizzato da una start up di giovani imprenditori cresciuti in H-Farm, che permette il controllo totale dell'intero processo diagnostico, tramite pc, tablet o smartphone, da qualsiasi punto. Grazie a questo modello organizzativo tutti gli specialisti della rete saranno in grado di refertare con firma digitale qualunque referto, in totale sicurezza, da qualsiasi luogo, in qualsiasi momento.
 
Lo specialista che si collega, dall'ospedale spoke così come da qualunque altro punto, sarà in grado di vedere, in qualunque momento: lo stato di processo del campione, le immagini relative al processo, eventuali risultati parziali, i risultati definitivi, continua la nota. "Scienza, tecnologia, e lungimiranza nel coinvolgere i giovani di una start up nata in ambito di H-Farm, hanno creato il gioiello informatizzato di microbiologia, una prima assoluta in Italia per il numero di ospedali coinvolti e per la mole di attività (+130% rispetto al precedente metodo, ma con tempi quasi dimezzati rispetto a prima)", commenta Lanzarin.
 
La nuova sala travaglio e parto in acqua è invece stata ricavata al quarto piano del Ca'Foncello, grazie ad un intervento di ristrutturazione interna. Lo spazio è dotato di vasca, letto per il parto, poltona, scialitica e culla per l'eventuale assistenza neonatale. Sopra la vasca è stato collocato uno schermo circolare su cui potranno essere proiettate immagini per far rilassare la donna. Secondo le stime la sala sarà utilizzata per circa 150 parti l'anno.

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati