SuperAbile






In Salute e ricerca

Notizie


Crescono i lombardi molto depressi, a tanti serve l’ospedale

I dati diffusi dall'assessore lombardo Giulio Gallera. Il 10% dei 20.000 ricoveri annui nei reparti psichiatrici è legato ad episodi di depressione grave. Inoltre, il 15% di questi soggetti effettua almeno un altro ricovero durante l'anno

5 giugno 2019

MILANO - I dati lombardi sulle ospedalizzazioni di pazienti affetti da sindrome depressiva sono cresciuti: il 10% dei 20.000 ricoveri annui nei reparti psichiatrici è legato ad episodi di depressione grave. Inoltre, il 15% di questi soggetti effettua almeno un altro ricovero durante l'anno. E il 75% dei pazienti affetti da depressione è in età lavorativa, solo il 25% supera i 65 anni. Negli ultimi tre anni, poi, il numero di pazienti con depressione maggiore è cresciuto del 35%. Sono i dati diffusi dall'assessore lombardo Giulio Gallera ieri in Consiglio regionale. "Tale patologia ha un impatto non indifferente sul benessere sociale, sull'aspetto economico e relazionale della persona, è quindi fondamentale che la risposta abbia un carattere di capillarità”, sono le parole dell'assessore. Gallera spiega che negli 88 Cps lombardi sono assistiti 40.000 pazienti affetti da disturbo depressivo.
 
L'assessore ha inoltre manifestato la sua disponibilità alla riorganizzazione degli operatori sanitari (psicologi, psichiatri, assistenti sociali) impegnati in prima persona sul fronte della lotta alla depressione.

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati