SuperAbile






In Salute e ricerca

Notizie


Salute mentale, dalle Marche 1,2 milioni per i "servizi sollievo"

Approvato il Piano di riparto dei fondi regionali per la salute mentale. Il programma, che ha una dotazione di 1,2 milioni di euro nel 2019, finanzia i progetti definiti 'Servizi di Sollievo’ rivolti a persone con problemi di salute mentale e alle loro famiglie

15 marzo 2019

ANCONA - Approvato il Piano di riparto dei fondi regionali per la salute mentale. Il programma, che ha una dotazione di 1,2 milioni di euro nel 2019, finanzia i progetti definiti 'Servizi di Sollievo’ rivolti a persone con problemi di salute mentale e alle loro famiglie. "Abbiamo aumentato progressivamente, di anno in anno, i fondi regionali con un aumento previsto per quest'anno di 100.000 euro- spiega il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli - A questo aumento regionale corrisponde un incremento, di stesso importo, da parte degli enti locali raggiungendo così per questo Servizio socio-sanitario un plafond complessivo di 2,4 milioni fino al 2020". Il progetto prevede la costruzione di una rete di interventi sociali e socio-sanitari insieme alla famiglia, attraverso la creazione di una rete di diverse tipologie di servizi territoriali. In particolare si articola su servizi di ascolto delle famiglie coinvolte, servizi domiciliari di sollievo e promozione dell'autonomia della persona e della famiglia, interventi integrativi di promozione, accompagnamento e tutoraggio degli inserimenti lavorativi, punti di aggregazione e socializzazione e attività di integrazione sociale.
 
"Costruiamo un sistema sociale territoriale di 'accoglienza’ e 'presa in carico’ per alleviare la solitudine delle famiglie nella complessa e spesso difficile gestione dei loro cari e per prevenire forme di istituzionalizzazione degli stessi malati- continua Ceriscioli- Sono misure finalizzate a favorire la massima partecipazione alla vita sociale e lavorativa delle persone affette da disturbi mentali e ad alleviare il carico sulle famiglie, attraverso una specifica programmazione".
 
Attualmente sono 1.072 gli utenti che usufruiscono del servizio di ascolto delle famiglie, 385 beneficiari dei servizi domiciliari e promozione dell'autonomia, 405 fruitori di interventi di promozione, accompagnamento e inserimento lavorativo e 421 usufruiscono di interventi di promozione dell'auto-mutuo-aiuto mentre sono 869 i Punti di aggregazione e socializzazione e 1954 gli utenti per attività di integrazione sociale come corsi di formazione o laboratori. Per quanto riguarda la ripartizione delle risorse tra Ambiti sociali a Pesaro sono stati assegnati 292.000 euro, a Senigallia 323.000 euro, a Macerata 268.000 euro, a Fermo 154.000 euro, a San Benedetto del Tronto 161.000 euro.

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati