SuperAbile






In Protesi e Ausili

Notizie


Online il video vocabolario dei segni: è ToSign

Si chiama così il video vocabolario fraseologico on line della Lingua dei segni italiana e americana online e a disposizione di tutti. Il progetto è nato in Umbria ed è finanziato dalla Regione, in collaborazione con l'Ens. Presto la presentazione a Roma e a Bruxelles

1 novembre 2010

ROMA - Nato dalla collaborazione tra Ens (Ente nazionale sordi) e Regione Umbria, è online il portale dedicato alle persone sorde desiderose di conoscere e apprendere l'American Sign Language, ovvero la lingua dei segni internazionalmente più riconosciuta al mondo. Si chiama infatti ToSign il video vocabolario fraseologico on line della Lingua dei segni italiana e americana, volto a promuovere non solo la conoscenza della Lis fra le persone normodotate, ma anche a sostenere culturalmente tutte le persone sorde che per motivi di studio, di lavoro, di vita abbiano la necessità di comprendere e conoscere l'American Sign Language.

Realizzato dall'associazione di promozione sociale MenteGlocale con il contributo della Regione Umbria - Direzione Sanità e politiche Sociali, il progetto si è avvalso non solo della collaborazione della sezione umbra dell'Ens, ma anche degli studi di comunicazione Mg2 e Promovideo. Presentato già nella città di Terni, il progetto sarà a breve esposto a Roma nella sede e in collaborazione con l'Ens nazionale e poi sarà sottoposto all'occhi attento di Bruxelles.

"Con ToSign.eu, l'Umbria - hanno spiegato i promotori del progetto - è all'avanguardia in Europa nelle politiche di integrazione sociale. Il portale è infatti unico nel suo genere: di facile e intuitiva navigazione, raccoglie una serie di situazioni-tipo (saluti, presentazioni, prime necessità di chi viaggia o fa acquisti) tradotte in video nella Lingua dei segni, italiana e americana. ToSign, dal verbo inglese ‘to sign', cioè ‘segnare', ovvero ‘parlare la lingua dei segni', partendo dall'Umbria vuole diventare un vero e proprio vocabolario europeo della Lingua dei sordi che, a differenza di quanto si possa pensare, varia notevolmente da paese a paese, proprio come le altre lingue parlate. Una pari dignità che, appunto, merita di essere tradotta in una uguale facilità di accesso e fruibilità da parte di tutti - udenti e non udenti - sfruttando al meglio internet e le più moderne tecnologie".

"Negli ultimi anni e in maniera sempre crescente - hanno ancora detto - la consapevolezza dell'importanza di conoscere la Lis aumenta; sempre più persone, familiari, amici e colleghi di persone sorde, operatori, studenti, insegnanti, ma anche e soprattutto personale della pubblica amministrazione e personale sanitario desiderano apprenderla e utilizzarla, non solo per necessità lavorative e di studio, ma anche per esplorare nuove modalità comunicative. Il linguaggio dei segni si sta, con un processo lento ma continuo, trasformando in lingua di minoranza con una propria identità. Volumi, dibattiti, convegni, pubblicazioni, cartacee e multimediali, negli ultimi tempi si sono interessati alla divulgazione e all'approfondimento della Lis".

(2 novembre 2010)

di d.marsicano

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati