SuperAbile






In Paralimpiadi

Notizie


Tokyo 2020, il rinvio è ufficiale. Pancalli: “Decisione saggia”

Il presidente dell’IPC Parsons: “Lo sport non è la cosa più importante in questo momento, mentre preservare la vita umana lo è”. Il presidente del CIP Luca Pancalli: “Una decisione di buonsenso”

25 marzo 2020

ROMA - “Il rinvio dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Tokyo 2020 a seguito dell’epidemia globale COVID-19 è assolutamente la cosa giusta da fare”. Andrew Parsons, presidente dell’International Paralympic Committee, parla della decisione del CIO e dell’IPC di posticipare al 2021 l’inizio dei Giochi Olimpici e Paralimpici.
 
“La salute e il benessere della vita umana devono sempre essere la priorità numero uno – dichiara Parsons - e organizzare un evento sportivo di qualsiasi tipo durante questa pandemia è impensabile”. “Lo sport non è la cosa più importante in questo momento, mentre preservare la vita umana lo è – spiega – è quindi essenziale che vengano prese tutte le misure per cercare di limitare la diffusione di questa malattia”.
 
"L'epidemia di COVID-19 sta ora colpendo quasi tutti i paesi del mondo e il numero di casi noti è aumentato di quasi cinque volte negli ultimi 10 giorni – ricorda il presidente dell’IPC - in un momento in cui molte importanti comunità in tutto il mondo hanno deciso di bloccare tutto, chiudendo luoghi di lavoro e negozi e in cui molte persone sono invitate a non lasciare le proprie case, continuare a perseguire il sogno dei Giochi di Tokyo per il 2020 non ha senso e il rinvio è l'unica opzione logica”. “Prendendo questa decisione ora – assicura - tutti i soggetti coinvolti nel movimento paralimpico, compresi tutti gli atleti, possono concentrarsi sulla propria salute e benessere e rimanere al sicuro durante questo periodo così difficile, che non ha precedenti”.
 
Pienamente in linea con le decisioni dell’IPC il presidente del Comitato Italiano Paralimpico Luca Pancalli: “Reputo assolutamente saggia e di buonsenso la decisione di rinviare di un anno le Olimpiadi e le Paralimpiadi”. “La scelta migliore, rispettosa del dolore di chi sta piangendo i propri cari e a tutela dell'interesse supremo, ossia la salute degli atleti, dei tecnici, delle delegazioni che prenderanno parte ai Giochi nonché dei volontari e di tutti coloro che sono impegnati nell'organizzazione dell'evento". “Il mio augurio è che le celebrazioni delle Olimpiadi e Paralimpiadi possano rappresentare per tutto il mondo un segnale di rinascita e di speranza – assicura Pancalli - ora dobbiamo subito rimetterci in cammino”. Per Pancalli "da oggi gli atleti hanno di nuovo tempi certi per programmare al meglio la propria preparazione. Il nostro auspicio è che i Giochi possano rappresentare un segnale di rinascita, una luce in fondo al tunnel".

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati