SuperAbile






In Normativa e Diritti

Notizie


Coronavirus e disabilità, deroghe anche dal comune di Catania

Obiettivo della misura è contenere l'epidemia, ma al tempo stesso sostenere il compito di cura e accudimento dei caregiver di persone con disabilità

27 marzo 2020

ROMA - Le persone che per condizioni di salute, fisica o psichica, o disabilità cognitiva, intellettiva e relazionale “che necessitano di svolgere saltuariamente attività all’aria aperta (passeggiate, attività fisica), solo se strettamente necessario, possono uscire restando nei dintorni di casa, accompagnati da un caregiver, rispettando le regole di distanziamento sociale per prevenire il contagio del virus (sono vietate le attività sportive di gruppo e gli assembramenti)”: lo ha disposto e precisato il comune di Catania, inserendosi così tra le amministrazioni locali (regioni e comuni) che in queste ore stanno riconoscendo il diritto a quella che alcuni chiamano “un'ora d'aria” per le persone con disabilità intellettiva e i loro caregiver. Una possibilità riconosciuta ed esplicitata, ultimamente, dallo stesso Ufficio per le politiche in favore delle persone con disabilità, nelle paginededicate alla Faq. “L’esigenza – si specifica - deve essere autocertificata, indicando quale sia la ragione di 'necessità' (si deve avere con sé l'autocertificazione), ed è consigliabile munirsi di altra documentazione, come il certificato attestante la condizione fisica o di disabilità. Si ricorda che tale modalità deve essere utilizzata solo se è strettamente necessaria e se non è possibile fare diversamente”.

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati