SuperAbile






In Normativa e Diritti

Notizie


Coronavirus, il garante dell’infanzia: in Basilicata assicurare servizi ai disabili

Lettera al presidente della Regione, Vito Bardi, e all'assessore alle Politiche della persona, Rocco Leone: "Centri diurni chiusi, le aziende sanitarie si attivino"

26 marzo 2020

POTENZA -  "Garantire i servizi indifferibili e urgenti per i minori affetti da patologie particolari". È la richiesta del garante regionale dell'Infanzia e dell'adolescenza Vincenzo Giuliano nella lettera inviata al presidente della Regione, Vito Bardi, e all'assessore alle Politiche della persona, Rocco Leone. Giuliano ritiene prioritario "continuare a fornire assistenza o supporto, domiciliare e non solo, nel rispetto delle indicazioni per il contenimento del contagio", così come previsto dal decreto Cura Italia. "Gli interventi non differibili in favore delle persone con necessità di sostegno devono essere garantiti a domicilio e/o a distanza laddove possibile (attraverso i canali telematici quali skype)" precisa invitando poi le aziende sanitarie ad attivarsi "anche alla luce della chiusura dei centri diurni e in accordo con i gestori di questi".
 
Il garante propone inoltre l'istituzione di uno sportello d'ascolto per il sostegno psico-fisico analogamente a quello che alcune associazioni hanno organizzato per i loro assistiti, ad esempio lo sportello d'ascolto dell'Associazione Lucana Autismo Onlus (ALA) che offre uno strumento di sostegno ai genitori e parenti per contenere le gravi problematiche comportamentali dei ragazzi affetti da autismo che risultano di difficile gestione.
 
"Ciò - aggiunge - servirebbe ad aiutare quei genitori che oggi, più che mai, devono fronteggiare la situazione dei figli costretti a casa senza il supporto degli operatori".

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati