SuperAbile






In Normativa e Diritti

Notizie


Binetti (Udc): su eutanasia tocca al Parlamento deliberare

La parlamentare: "La lunga sequenza degli interventi in Senato ruota quasi interamente intorno alla valutazione delle alleanze rotte, interrotte e ricostituite tra Pd-Lega-M5S. Tutto il dibattito si snoda lungo questo triangolo di relazioni politiche”

11 settembre 2019

ROMA - "La lunga sequenza degli interventi in Senato ruota quasi interamente intorno alla valutazione delle alleanze rotte, interrotte e ricostituite tra Pd-Lega-M5S. Tutto il dibattito si snoda lungo questo triangolo di relazioni politiche e interpersonali con insulti, toni violenti, ed evidenti mistificazione della verità delle cose. In realtà nulla sembra cambiato, salvo il gioco misterioso delle alleanze e delle contrapposizioni. Poco o nulla si dice sul futuro del paese e sulle iniziative concrete che saranno messe in piedi nei prossimi mesi e nelle prossime settimane. Solo chiacchiere in libertà su un misterioso libro di sogni sprovvisto di ancoraggio alla realtà”. Lo afferma la senatrice Paola Binetti, Udc.

 

"Il Senato- aggiunge- ha appreso ben poco di quel che succederà, ma si è dilettato dell'analisi di quello che è già accaduto. Di particolare interesse però l'intervento del Presidente Conte alla Senatrice Paola Binetti in merito alla mancata legge che avrebbe dovuto fare chiarezza sull'articolo 580 del CP, quello sul suicidio assistito, e alla scadenza della Corte che avanza a passi rapidi. Dopo tanti giorni di silenzio Conte ha affermato tre cose che meritano di essere tenute in considerazione: Comprende la gravità della questione, ne coglie le implicazioni e intende rispettare la responsabilità e le prerogative del Parlamento. Ritiene che le cure palliative e una maggiore formazione del personale sanitario possano rappresentare un binario efficace per venire incontro alle esigenze dei malati e delle loro famiglie. Ma ha lasciato senza risposta il quesito strategicamente più rilevante: come affrontare il vuoto normativo che nella ristrettezza dei tempi rimasti ci separa dalla scadenza del 24 settembre. Assodata la sua sensibilità; confermata la sua disponibilità; resta però da chiarire come procedere per sventare la minaccia di una decisione che introduca per cammini oscuri l'eutanasia in Italia. La risposta di Conte rappresenta comunque un punto di riferimento che permette di avanzare ipotesi e provare a cercare qualche soluzione efficace che stoppi l'eutanasia, che da tempo alcuni gruppi politici vogliono introdurre in Italia. Non sarà facile perché i regolamenti parlamentari costituiscono un vincolo difficile da affrontare, ma non saranno queste regole, per quanto formalmente perfette, a farci avallare una delle più grandi sconfitte della nostra cultura: sostituire alla cultura della vita quella della morte. Il suicidio medicalmente assistito, una volta diventato legge, introduce nel SSN il diritto a chiedere farmaci, assistenza, spazi e tempi per morire, sottraendo risorse economiche, psicologiche, assistenziali a quei malati che desiderano vivere. Il diritto a vivere nel miglior modo possibile, a curarsi resta prioritario nello spirito stesso della nostra Costituzione".

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati