SuperAbile






In Normativa e Diritti

Notizie


Puglia, le Asl individuano i primi 400 beneficiari dell’assegno di cura

Nei primi venti giorni hanno già esaminato oltre 2.300 domande, cioè il 17,4% del totale. I beneficiari sono soprattutto pazienti non autosufficienti gravissimi che già usufruiscono di prestazioni domiciliari sanitarie di elevata complessità

11 febbraio 2019

BARI- "È particolarmente importante che quest'anno le Asl abbiano proceduto più speditamente e condividendo appieno la medesima tensione della struttura regionale per il raggiungimento di un obiettivo che è doveroso nei confronti di pazienti e di famiglie che hanno oggettivamente bisogni assistenziali elevatissimi". Così l'assessore al Welfare della Regione Puglia, Salvatore Ruggeri, sui dati delle Asl relativi agli assegni di cura.
 
Nei primi venti giorni di lavorazione, le Asl pugliesi hanno già istruito e lavorato oltre 2.300 domande, cioè il 17,4% del totale delle domande pervenute per le aziende di Brindisi, Lecce, Barletta-Andria-Trani, Foggia e Taranto. E su queste sono già stati individuati i primi 400 beneficiari che per la quasi totalità sono pazienti non autosufficienti gravissimi che già usufruiscono di prestazioni domiciliari sanitarie di elevata complessità. In particolare sono 34 nell'Asl di Barletta-Andria-Trani, 83 nell'Asl di Brindisi, 71 dell'Asl di Foggia, 141 nell'Asl di Lecce e 75 nell'Asl di Taranto i beneficiari già ammessi all'assegno di cura.
 
Si attendono ancora i dati dall'Asl di Bari che ha ricevuto oltre 4200 domande e che vedrà alcuni distretti in particolare con una elevata mole di domande da esaminare.

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati